PUNTO 3-UniCredit, netto trim1 a 914 mln, batte attese, titolo +6%

giovedì 10 maggio 2012 17:24
 

(aggiorna titolo, aggiunge dichiarazioni Ghizzoni)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 10 maggio (Reuters) - UniCredit ha chiuso il primo trimestre con un utile netto migliore delle attese e una crescita dei ricavi, propiziata dal balzo del risultato del trading, nonostante la parte 'core' abbia risentito del difficile contesto macroeconomico.

Il titolo è stato premiato in borsa e ha sovraperformato un mercato che comunque oggi rimbalza dopo i ribassi delle ultime sedute.

I primi tre mesi dell'anno vedono un utile netto di 914 milioni, con una crescita del 12,8% rispetto a un anno prima, contro un consensus, elaborato dal sito web della banca con 24 broker italiani ed esteri che convergeva su 805 milioni.

Il dato - spiega una nota - beneficia del contributo positivo del riacquisto dei bond Tier 1 e Upper Tier 2 per 477 milioni e sconta ulteriori svalutazioni sui titoli di stato greci per 7,6 milioni.

Il titolo, dopo la diffusione dei conti, ha accelerato fino a segnare +8,4% e a pochi minuti dalla chiusura sale del 6,09% con volumi in linea con la media dell'ultimo mese. Lo stoxx dei bancari sale del 2,46%.

"Siamo in linea con i target del piano strategico, in alcuni casi anche oltre. Il quadro complessivo è buono anche se la situazione di mercato non è delle migliori. Siamo fiduciosi di poter navigare in modo adeguato in un mare non facile e agitato", ha commentato l'AD Federico Ghizzoni nella conference call con gli analisti.

"In uno scenario negativo i risultati vanno visti positivamente", commenta un analista di un broker italiano. "L'utile netto è migliore delle attese ma se si guarda alle singole linee, margine di interesse e commissioni sono in linea, mentre hanno fatto molto meglio sul trading e un po' meglio sulle rettifiche su crediti", aggiunge.   Continua...