PUNTO 2-Rcs, perdita 2011 a 322 mln, apre data room su Flammarion

venerdì 16 marzo 2012 18:10
 

(Aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Rcs chiude il 2011 con una perdita netta di 322 milioni di euro, dall'utile di 7,2 milioni registrato nel 2010, dovuta principalmente alla svalutazione delle attività spagnole.

Il 2012, avvertono i vertici del gruppo, non è iniziato particolarmente bene e per questo ribadiscono l'attesa di ricavi in calo (-2,7% nel 2011) e il focus sul contenimento dei costi e la riduzione del debito, che ammonta a 938,2 milioni di euro e scade a fine 2013.

Resta aperto il capitolo delle operazioni straordinarie, con possibili cessioni di asset non strategici nel corso dell'anno e con il via libera del consiglio, seppur non unanime, a procedere con il percorso di cessione della controllata francese Flammarion.

Il rinvio, poi, della data dell'assemblea per l'approvazione dei conti e per il rinnovo del Cda sembra intanto confermare che le controversie tra i soci sulla governance del gruppo non sono di facile soluzione.

La perdita netta è in linea con quanto anticipato da Reuters l'8 marzo. Il gruppo ha pubblicato i risultati preliminari 2011 e la decisione di svalutare Unidad Editorial per 300 milioni il 13 febbraio scorso.

PRESTO APERTA LA DATA ROOM PER FLAMMARION

Il Cda, dice una nota, ha deciso "a maggioranza" di continuare nel processo di dismissione di Flammarion alla luce delle manifestazioni di interesse raccolte dall'adviser Mediobanca. Saranno quindi ammessi alla data room "alcuni potenziali acquirenti, al fine di raccogliere offerte vincolanti" che saranno esaminate dal consiglio.   Continua...