16 marzo 2012 / 15:02 / 5 anni fa

PUNTO 2-Rcs, perdita 2011 a 322 mln, apre data room su Flammarion

(Aggiunge dettagli da conference call)

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Rcs chiude il 2011 con una perdita netta di 322 milioni di euro, dall'utile di 7,2 milioni registrato nel 2010, dovuta principalmente alla svalutazione delle attività spagnole.

Il 2012, avvertono i vertici del gruppo, non è iniziato particolarmente bene e per questo ribadiscono l'attesa di ricavi in calo (-2,7% nel 2011) e il focus sul contenimento dei costi e la riduzione del debito, che ammonta a 938,2 milioni di euro e scade a fine 2013.

Resta aperto il capitolo delle operazioni straordinarie, con possibili cessioni di asset non strategici nel corso dell'anno e con il via libera del consiglio, seppur non unanime, a procedere con il percorso di cessione della controllata francese Flammarion.

Il rinvio, poi, della data dell'assemblea per l'approvazione dei conti e per il rinnovo del Cda sembra intanto confermare che le controversie tra i soci sulla governance del gruppo non sono di facile soluzione.

La perdita netta è in linea con quanto anticipato da Reuters l'8 marzo. Il gruppo ha pubblicato i risultati preliminari 2011 e la decisione di svalutare Unidad Editorial per 300 milioni il 13 febbraio scorso.

PRESTO APERTA LA DATA ROOM PER FLAMMARION

Il Cda, dice una nota, ha deciso "a maggioranza" di continuare nel processo di dismissione di Flammarion alla luce delle manifestazioni di interesse raccolte dall'adviser Mediobanca. Saranno quindi ammessi alla data room "alcuni potenziali acquirenti, al fine di raccogliere offerte vincolanti" che saranno esaminate dal consiglio.

I vertici non hanno voluto dare altri dettagli sulla questione nella conference call in cui hanno illustrato i conti. "La data room sarà aperta presto", si è limitato a dire il vicedirettore generale e Cfo Riccardo Stilli, aggiungendo che l'Ebitda della controllata francese vale quasi il 50% del totale della divisione libri (36,8 milioni). Secondo alcune fonti le offerte giunte per la casa editrice francese prevedono un enterprise value tra i 200 e i 300 milioni.

PUBBLICITA' ITALIA HA TENUTO IN PRIMO BIMESTRE, MALE MARZO

La raccolta pubblicitaria in Italia, ha detto Stilli, non è stata così negativa a gennaio e febbraio, con un andamento grosso modo in linea con il 2011, mentre marzo è stato un mese "piuttosto difficile".

"Male", invece, la Spagna nei primi due mesi dell'anno, dove è proseguito l'andamento negativo del 2011; nessun dettaglio su marzo.

Nel 2011 l'area Quotidiani Italia ha registrato ricavi per 634 milioni, in crescita dell'1,2%, con ricavi pubblicitari in calo del 2,8% a 283,8 milioni. In Spagna Unidad Editorial ha visto ricavi in calo a 495,6 da 531,3 milioni, con una raccolta in flessione del 4,6%.

I ricavi dell'area Libri si attestano a 513,3 milioni, con un decremento di 93 milioni rispetto al 2010; a perimetro omogeneo il decremento si riduce a 10,3 milioni, quasi interamente attribuibili al settore Collezionabili.

I ricavi dell'area Periodici sono pari a 231,1 milioni (238 milioni nel 2010), "principalmente per la flessione dei ricavi editoriali in linea col mercato di riferimento"; i ricavi pubblicitari ammontano a 116,8 milioni da 118,1.

FOCUS SU COSTI, ALTRI 70 MLN DI RISPARMI

Rcs - che per il 2012 prevede ricavi in calo, ma debito e risultato netto in miglioramento - "non esclude" che già nel 2012 possa quindi essere rivisto il perimetro del gruppo attraverso la cessione di attività ritenute non strategiche.

Sul fronte costi, Rcs sottolinea che il target prefissato dal piano del 2009 a 200 milioni "è stato ampiamente superato ed ha raggiunto, a fine 2011, benefici complessivi per circa 255 milioni". Il gruppo ha comunque "avviato, sia in Italia sia in Spagna, ulteriori azioni di efficienza che genereranno benefici per complessivi 70 milioni rispetto al 2011 (100 milioni rispetto alle ipotesi sottese al piano triennale 2011-2013), riservandosi ulteriori necessari interventi, sia di revisione del modello di business sia organizzativi".

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below