RCS, perdita netta 2011 a 322 mln, apre data room per Flammarion

venerdì 16 marzo 2012 15:42
 

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Rcs chiude il 2011 con una perdita netta di 322 milioni di euro, dall'utile di 7,2 milioni registrato nel 2010, a causa della svalutazione delle attività spagnole.

Lo dice una nota della società annunciando anche che il Cda ha deciso "a maggioranza" di continuare nel processo di dismissione della controllata francese Flammarion alla luce delle manifestazioni di interesse giunte. Saranno quindi ammessi alla data room "alcuni potenziali acquirenti, al fine di raccogliere offerte vincolanti" che saranno esaminate dal consiglio.

Rcs - che per il 2012 prevede ricavi in calo, ma debito e risultato netto in miglioramento - "non esclude" che già nel 2012 possa essere rivisto il perimetro del gruppo attraverso la cessione di attività ritenute non strategiche.

La perdita netta è in linea con quanto anticipato da Reuters l'8 marzo. Il gruppo ha pubblicato i risultati preliminari 2011 e la decisione di svalutare Unidad Editorial per 300 milioni il 13 febbraio scorso.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia