Credem, utile netto 9 mesi +5,5% a 90,2 milioni, ricavi stabili

mercoledì 14 novembre 2012 16:50
 

MILANO, 14 novembre (Reuters) - Credito Emiliano ha chiuso i primi nove mesi del 2012 con un utile netto consolidato a 90,2 milioni in crescita del 5,5%.

Sul dato - spiega una nota - incidono, tra le altre cose, la plusvalenza da 37,6 milioni per la cessione delle attività di banca depositaria e accantonamenti per 60 milioni a seguito di nuove contestazioni da parte dell'Agenzia dell'Entrate nell'ambito del cosiddetto filone "abuso del diritto".

Il Core Tier 1 si attesta al 9,38%, mentre il 'Total capital ratio' è al 12,7%.

Stabile a 710,1 milioni il margine di intermediazione, mentre scendono i costi operativi dell'1,2% a 449,8 milioni per un cost/income del 63,3% rispetto al 64,1% di fine settembre 2011.

Nel periodo sono state effettuate rettifiche su crediti per 52,8 milioni (+70,3% rispetto a un anno prima) e accantonamento per rischi e oneri per 56,5 milioni (8,9 milioni un anno prima).

In crescita del 5,1% la raccolta diretta da clientela, mentre gli impieghi salgono del 5,5%. Le sofferenze nette rappresentano l'1,26% degli impieghi con crediti problematici netti nel complesso pari a 723,3 milioni.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...