March 14, 2012 / 5:38 PM / 5 years ago

SINTESI - Pop Emilia Romagna vara piano, nasce 'Grande Bper'

4 IN. DI LETTURA

(Aggrega pezzi precedenti, aggiunge dettagli, andamento titolo)

di Andrea Mandalà

MILANO, 14 marzo (Reuters) - Nei prossimi anni Pop Emilia Romagna concentrerà i propri sforzi nella semplificazione della struttura del gruppo, con la nascita della "Grande Bper", e nel risparmio dei costi con l'obiettivo principale di raggiungere una redditività adeguata e sostenibile nel tempo.

La solidità patrimoniale, già rafforzata attraverso alcune azioni di capital management sviluppate nell'ultimo trimestre del 2010, verrà accresciuta anche attraverso una politica di payout prudenziale.

Queste le linee generali del nuovo piano industriale 2012- 2014 illustrato oggi dal management del gruppo emiliano alla comunità finanziaria e nel quale vengono stimate complessivamnte sinergie lorde di costo per 85 milioni e di ricavi per 80 milioni al 2014.

L'utile netto di gruppo è stimato a 348 milioni di euro al 2014 con un Cagr rispetto al 2011 dell'8,5% dopo un margine di intermediazione previsto a 2,2 miliardi (Cagr 2,1%).

I target, individuati in uno scenario molto prudente, sono sostanzialmente in linea con le stime degli analisti. A Piazza Affari il titolo corregge il buon rialzo della vigilia e chiude la seduta in calo del 2,5% a 6,36 euro.

"Abbiamo presentato un piano industriale che sostanzialmente riguarda una forma mista tra banca unica e banca rete", ha sintetizzato l'AD, Luigi Odorici.

Le nuove azioni di intervento straordinario nella struttura del gruppo sono infatti volte da un lato a rafforzare il ruolo della capogruppo e dall'altro a sviluppare l'assetto delle banche rete.

In particolare, in ottica di semplificazione e razionalizzazione dei costi sono previste quattro operazioni di fusione di banche controllate (Merliorbanca, Banca Popolare di Aprilia, Carispaq e Banca popolare di Lanciano e Sulmona in Bper) insieme alla creazione di alcune divisioni territoriali (dell'Aquila e di Lanciano e Sulmona) e di una divisione Meliorbanca.

La fusione di Meliorbanca, prevista nel 2012, sarà il primo passo della razionalizzazione.

I minori costi legati al nuovo assetto del gruppo sono stimati per 13 milioni di euro.

Previste Uscite Personale Per 450 Unita'

Sempre sul fronte dei costi tra le sinergie più rilevanti del piano figurano 40 milioni relative al costo del personale.

Nell'arco del triennio al 2014 sono previste uscite di personale per circa 450 unità come saldo netto tra 1.200 uscite complessive e 750 risorse che verranno ricollocate per l'implementazione dei progetti del piano.

L'impatto su bilancio riguarderà in parte l'anno in corso ma la parte più rilevante sarà relativa agli esercizi 2013 e 2014, hanno spiegato i vertici nel corso della presentazione.

CORE TIER 1 al 2014 visto al 9,2%

Dopo l'incremento al 7,83% di fine 2011 (dal 6,78% del 2010) il Core Tier 1 di Bper è atteso al 9,18% a fine triennio beneficiando in particolare modo di 80 punti base derivanti dalla validazione dei modelli interni di valutazione del rischio interno oltre che di un minore assorbimento degli RWA.

Bisogna inoltre ricordare che attualmente il gruppo presenta ancora riserve disponibili riferibili a rivalutazione immobili per un valore complessivo pari a 143 milioni utilizzabili per aumenti di capitale gratuiti, in parte anche già autorizzati dalla Banca d'Italia, con un effetto positivo calcolato sul Core Tier 1 di 27 punti base.

Il rafforzamento patrimonale passa anche attraerso una politica di dividendo conservativa coerentemente con le recenti indicazioni di Banca d'Italia.

Il dividendo 2011 sarà infatti pagato in forma mista: 0,03 euro in contanti più 1 azione ogni 70 detenute al 18 maggio 2012 (l'ultimo giorno di borsa aperta antecedente la data di stacco della cedola).

Il piano incorpora una politica payout nell'ordine del 25%, più prudenziale rispetto al passato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below