B.Generali sopra 10 euro dopo rialzo stime su impatto LTRO

mercoledì 14 marzo 2012 12:39
 

MILANO, 14 marzo (Reuters) - Banca Generali riconquista oggi la soglia dei 10 euro all'indomani della pubblicazione dei risultati 2011 e dei commenti dell'AD, che ha reso nota una partecipazione superiore al previsto alle aste di lungo periodo della Banca centrale europea.

Oggi gli analisti si sono affrettati a rivedere al rialzo le stime per l'anno in corso e per i successivi, aggiustando di conseguenza i prezzi obiettivo sul titolo.

Il titolo Banca Generali scambia con volumi sostenuti, già superiori a quanto viene mediamente scambiato in un'intera seduta, in rialzo del 2,4% poco sopra i 10 euro intorno alle 12,30. Da inizio anno il guadagno è quasi del 40%. Il mercato , contestualmente, avanza di circa un punto percentuale. Tonici anche altri titoli del settore come Azimut e Mediolanum, ma con volumi proporzionalmente inferiori.

"Grazie ai fondi più consistenti dei LTRO, adesso ci aspettiamo che il margine di interesse netto balzi dell'87% nell'esercizio 2012 a 92 milioni", si legge in una nota di Cheuvreux. "Questo, unito ad altri aggiustamenti minori (tax rate alzato al 19% dal 15%), giustifica un miglioramento in media del 6% delle stime di eps 2012-2014.

Ieri, nel corso della conference call con gli analisti, l'AD Giorgio Girelli ha rivelato che il gruppo ha chiesto circa 1,5 miliardi di euro nei finanziamenti Bce fra ottobre 2011 e fine febbraio 2012 con un rendimento medio compreso fra 250 e 350 punti base. L'ammontare è tre volte la cifra che circolava fra gli analisti. Solo il finanziamento di ottobre ha contribuito ad aumentare del 33% il margine di interesse netto del quarto trimestre rispetto ai tre mesi precedenti.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia