Cir, utile netto 2011 in calo a 10,1 mln, cedola confermata a 0,025 euro

lunedì 12 marzo 2012 13:51
 

MILANO, 12 marzo (Reuters) - Il gruppo Cir ha chiuso il 2011 con un utile netto in deciso calo a 10,1 milioni di euro da 56,9 milioni del 2010 a causa essenzialmente del minore utile proveniente dalla controllata Sorgenia e del negativo adeguamento a fair value di titoli nel portafoglio del gruppo a seguito delle turbolenze verificatesi sui mercati finanziari nel secondo semestre dell'anno.

Ne dà notizia un comunicato.

La holding del gruppo De Benedetti ribadisce che i 564,2 milioni di euro ricevuti a seguito della sentenza della Corte d'Appello di Milano che ha condannato Fininvest al risarcimento del danno causato da corruzione giudiziaria nella vicenda del lodo Mondadori, "non ha avuto e non avrà impatti sul conto economico e sull'indebitamento finanziario netto del gruppo fino all'ultimo grado di giudizio".

I ricavi della società scendono del 2,8% a 4.522,7 milioni, mentre l'ebitda sale del 17,1% a 468,4 milioni.

Il Cda ha deciso di proporre all'assemblea degli azionisti un dividendo unitario di 0,025 euro, stabile rispetto allo scorso anno, con stacco della cedola il 21 maggio.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia