Campari, utile netto 2011 sotto attese, titolo amplia calo

lunedì 12 marzo 2012 11:26
 

MILANO, 12 marzo (Reuters) - Il gruppo Campari archivia l'esercizio 2011 con un utile netto pari a 159,2 milioni (156,2 milioni in 2010), inferiore alle stime Thomson Reuters SmartEstimate, a fronte di un incremento del giro d'affari del 9,6% a 1,27 miliardi, pari a una crescita organica dell'8,8%.

Lo rende noto il gruppo di superalcolici in una nota in cui prospetta cauto ottimimo per il 2012 nonostante il primo trimestre "storicamente di bassa stagionalità, possa scontare gli effetti penalizzanti di una base di confronto difficile e di alcuni fattori contingenti, che prevediamo possano essere recuperati nel resto dell'anno".

Il titolo ha ampliato le perdite dopo la pubblicazione dei risultati, finendo in asta di volatilità al ribasso (teorico 5,41 euro, -4,75%).

Le vendite erano attese a 1,283 miliardi (19 analisti) e l'utile netto a 174 milioni di euro (17 analisti) secondo le stime di Thomson Reuters SmartEstimate.

Il dividendo proposto sul bilancio 2011 darà un centesimo più ricco di quello distribuito l'anno scorso, a 0,07 euro per azione.

Per il testo integrale del comunicato diffuso dalla società, i clienti Reuters possono cliccare su

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia