PUNTO 1-A2A, senza cedola quest'anno, 23 consiglieri schiaffo a crisi

venerdì 9 marzo 2012 17:54
 

* Tabacci: Con Brescia bisogna rivedere patti parasociali

* Tabacci: non è il momento per ridurre la quota nella utility

* Tabacci: Epcg, acquisto sbagliato, bisognerà renderne conto

* Titolo peggiora dopo annuncio no a cedola, chiude a -2,14% (Aggiorna, aggiunge altre dichiarazioni, background)

di Giancarlo Navach

MILANO, 9 marzo (Reuters) - A2A non distribuirà dividendi nel 2012, relativi al bilancio 2011 e la cedola è in forse anche per gli anni successivi. Esclusa una discesa del comune di Milano e di quello di Brescia nel capitale della società, almeno stante le attuali condizioni dei mercati.

Ne è convinto Bruno Tabacci, assessore al Bilancio di Palazzo Marino, principale azionista della superutility lombarda insieme al comune di Brescia con il 55% del capitale.

"Nel 2011 Brescia e Milano hanno incassato 83 milioni di dividendo a testa. Nel 2012 incasseranno zero", ha detto a margine di un convegno sulle multiutility del Nord, organizzato dalla Cisl. In altre occasioni il comune di Brescia ha sostenuto che la cedola sarebbe stata almeno pari a 33 milioni, "invece è zero", ha ribadito.

Tabacci ha sottolineato che "con un debito di 5,1 miliardi, per i prossimi anni non si creano dividendi".   Continua...