PUNTO 3-Enel, utile netto 2011 4,148 mld (-5,5%), dividendo a 0,26

giovedì 8 marzo 2012 18:19
 

(Corregge refuso in lead)

* Enel, meno utili e dividendi in 2011

* Conti dice che il downgrade S&P è "fatto obbligato"

* Rivisti al ribasso i target del piano 2012-2016

di Alberto Sisto

ROMA, 8 marzo (Reuters) - Fulvio Conti, amministratore delegato di Enel, gioca d'anticipo. Davanti al tracollo dei titoli in Borsa che ha accolto i risultati in perdita per il 2011 e la revisione della politica dei dividendi si schermisce: "Aspettiamo di vedere come va a finire la giornata".

Ed anche l'ipotesi di un downgrade da parte di Standard e Poor's, annunciato a mezzo stampa, lo commenta come "un atto dovuto visto il rating italiano" e "una svolta positiva in quanto toglierebbe l'incertezza", prima di andare a presentare i risultati agli analisti.

Insomma, tutto va avanti anche se per il gruppo elettrico si prevedono altri due anni duri. Tanto duri che, ieri, il cda che ha approvato i risultati del 2011, ha anche riscritto al ribasso tutti gli obiettivi del piano industriale 2012-2016, investimenti compresi, e deciso di ridurre da quest'anno il pay-out dal 60% al 40% dell'utile ordinario di gruppo.

Il 2011 che si è chiuso con un utile netto di 4,148 miliardi di euro in calo del 5,5% rispetto ai 4,390 miliardi del 2010 ed Enel ha annunciato un dividendo di 0,26 euro per azione contro i 28 centesimi del 2010. Lo stacco cedola è previsto per il 18 giugno e il pagamento il 21.   Continua...