Enel, utile netto 2011 a 4,148 mld (-5,5%), taglia dividendo a 0,26

giovedì 8 marzo 2012 07:37
 

ROMA, 8 marzo (Reuters) - Il Cda di enel ha approvato ieri i risultati per il 2011, anno che si è chiuso con un utile netto di 4,148 miliardi di euro in calo del 5,5% rispetto a 4,390 miliardi del 2010.

Lo riferisce una nota della società in cui si dice inoltre che il cda proporrà all'assemblea un dividendo di 0,26 euro per azione (erano stati 0,28 per il 2010) con stacco cedola il 18 giugno e pagamento il 21.

Il consiglio ieri ha approvato anche l'aggiornamento al 2016 del piano industriale, con una revisione al ribasso dei principali obiettivi e una riscrittura della politica dei dividendi: dal 2012 il pay out sarà "pari almeno al 40% dell'utile netto ordinario del Gruppo" dall'attuale 60%.

Nell'arco del piano l'Ebitda è visto a 16,5 miliardi di euro nel 2012, 17,0 miliardi nel 2014 e 19,0 miliardi nel 2016.

L'utile netto ordinario del gruppo, su cui si calcolano i dividendi, viene stimato a 3,4 miliardi di euro nel 2012, 3,8 miliardi nel 2014 e 5,0 miliardi nel 2016.

L'indebitamento finanziario netto dovrebbe avere una robusta flessione nel periodo da 43 miliardi di euro nel 2012 a 39 miliardi nel 2014 per arrivare a 30 miliardi nel 2016.

Gli investimenti del periodo ammonteranno a circa 27 miliardi.

Secondo l'AD della società, Fulvio Conti, le politiche del piano industriale avranno come effetto "risultati in miglioramento uniti ad un'accresciuta solidità patrimoniale".

Oggi alle 9,30 italiane la società illustrerà agli analisti i risultati e l'aggiornamento del piano industriale.   Continua...