PUNTO 1-Erg, si allarga rosso 2011, vede 2012 in miglioramento

mercoledì 7 marzo 2012 10:51
 

(Aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 7 marzo (Reuters) - Erg chiude l'esercizio 2011 con un risultato netto a valori correnti negativo per 49 milioni di euro, una perdita che si allarga rispetto ai 20 milioni del 2011 a causa principalmente del minor margine conseguito e dei maggiori ammortamenti.

Sull'esercizio appena concluso, si legge in una nota, la società propone la distribuzione di un dividendo di 40 centesimi di euro per azione, in linea con l'anno precedente.

"Per il 2012 prevediamo risultati di gruppo in deciso miglioramento", commenta nel comunicato l'AD Alessandro Garrone. "Nel 2012, inoltre, la struttura finanziaria del gruppo si rafforzerà ulteriormente grazie al corrispettivo della vendita del 20% di Isab srl che ci attendiamo verrà finalizzata entro la fine del secondo trimestre".

Il titolo a Piazza Affari non mostra particolari reazioni e alle 10,45 sale dello 0,54% a 8,45 euro.

Il risultato netto di gruppo nel 2011 è pari a 65 milioni (10 milioni nel 2010) e risente di poste non ricorrenti, tra cui principalmente la svalutazione dell'impianto CCGT per 65 milioni, la plusvalenza derivante dalla cessione dell'11% di Isab srl per 107 milioni, dell'iscrizione di crediti per perdite fiscali pregresse per 11 milioni e di utili su magazzino per 66 milioni (53 milioni nel 2010).

Il margine operativo lordo a valori correnti adjusted si attesta a 284 milioni, in calo dai 305 milioni del 2010.

L'indebitamento finanziario netto è di 963 milioni, in aumento di 241 milioni rispetto a quello del 31 dicembre 2010.

Per quel che riguarda il quarto trimestre, la perdita netta a valori correnti è di 17 milioni, a fronte di un rosso per 7 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente. Il Mol a valori correnti adjusted passa a 55 milioni dai 92 milioni del quarto trimestre 2010.   Continua...