CONTI 2011-L'Espresso in crescita nonostante trim4,timori su 2012

martedì 28 febbraio 2012 11:29
 

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - L'Espresso annuncerà domani risultati annuali in crescita, sostenuti dal buon andamento della prima parte dell'anno che è stata solo in parte offuscata dal peggioramento del mercato pubblicitario dell'ultimo trimestre.

L'attenzione del mercato è più che altro focalizzata sull'anno in corso - segnato secondo gli analisti da forti rischi di contrazione sul fronte pubblicitario - e sulla cedola, che per il 2011 è attesa dai più stabile intorno a 0,07 euro (attese tra 0,05 euro e 0,08 euro). L'anno scorso il gruppo era tornato a distribuire un dividendo di 0,074 euro dopo due anni di digiuno; mantenere questo livello comporterebbe una implicita riduzione del payout ratio.

Secondo una dozzina di stime raccolte da Thomson Reuters I/B/E/S i ricavi 2011 dovrebbero attestarsi a 892 milioni da 885 milioni di un anno prima, l'Ebit è visto a 119 milioni da 109 e l'utile netto a 58 milioni da 50,1 milioni.

Il quarto trimestre è visto in calo a 238 milioni (da 246), Ebit e utile netto stabili rispettivamente a 32 e 14 milioni.

I dati raccolti comprendono anche previsioni elaborate a fine 2011. Da inizio 2012 sono usciti però diversi studi che rivedevano le loro attese al ribasso alla luce del pesante rallentamento degli investimenti pubblicitari stimato nell'ultimo scorcio dell'anno; la media potrebbe così sovrastimare leggermente i risultati del gruppo, tenuto conto che la pubblicità pesa sui ricavi complessivi dell'Espresso per il 60% circa.

"Il mercato italiano della pubblicità dovrebbe essere sceso di poco meno del 10% negli ultimi due mesi del 2011 (high single digit), riflesso dei diffusi timori degli investitori sulla ripresa dei consumi domestici", scrive in uno studio Banca Imi. "Il 2012 non pare sia iniziato molto meglio", aggiunge un analista di un'altra banca italiana.

Gli studi più recenti calcolano per il 2012 un calo della raccolta dell'Espresso del 4-5%, in linea con la contrazione attesa per il quarto trimestre 2011 che interrompe la serie positiva dei tre quarter precedenti; sono visti in calo anche i ricavi da vendite, nonostante l'incremento del prezzo di Repubblica a partire da gennaio.

(Claudia Cristoferi)   Continua...