Banca Etruria, sale utile 2011, dà cedola, vara piano al 2014

martedì 28 febbraio 2012 08:48
 

MILANO, 28 febbraio (Reuters) - Il gruppo Banca Etruria ha chiuso il 2011 con un utile netto di 28 milioni, in crescia dai 6,5 milioni del 2010 grazie anche a benefici fiscali per 13,4 milioni, e con un un utile dell'operatività corrente al lordo delle imposte a 38,2 milioni da 24,3 milioni.

Sarà proposto un dividendo di 0,0375 euro per azione, dice una nota che illustra anche il piano industriale 2012-2014 con un obiettivo di utile lordo a fine periodo di 69,6 milioni di euro e un utile netto di 33,5 milioni.

Nel 2011 il margine d'interesse è leggermente sceso a 221,5 milioni (-0,4%), le commissioni nette a 106,5 milioni (-0,6%), mentre il margine di intermediazione è cresciuto a 389,1 milioni (+11,2%).

Le rettifiche di valore nette sono cresciute di 17,6 milioni, con un risultato di fine esercizio di 115,3 milioni che comprende le svalutazioni prudenziali dei titoli greci per 25,9 milioni (di cui circa 16 mln nominali derivanti dal portafoglio delle compagnie assicurative). In calo invece le rettifiche su crediti di circa 8 milioni.

Nel 2014 il gruppo punta a un Core Tier 1 gestionale del 9,50% e al mantenimento di valori di Cost/Income vicini al 60%.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia