February 20, 2012 / 6:38 PM / 5 years ago

PUNTO 1-Intesa SP,no decisione cedola, soci guardino a lungo-Beltratti

3 IN. DI LETTURA

(Aggiunge altre dichirazioni Beltratti su piano industriale)

MILANO, 20 febbraio (Reuters) - Intesa Sanpaolo non ha ancora preso alcuna decisione riguardo al dividendo sull'esercizio 2011 e, pur se la distribuzione della cedola è un tema rilevante per gli investitori nel breve termine, invita gli azionisti a guardare allo sviluppo della società nel medio-lungo periodo.

Lo ha detto il presidente del consiglio di gestione dell'istituto, Andrea Beltratti, a margine di un convegno sul nuovo codice di autodisciplina.

"Non c'è alcuna decisione (sul dividendo) ed è uno dei temi che stiamo analizzando in queste settimane", ha detto Beltratti.

"Non dimentichiamoci che i dividendi sono sì una remunerazione importante per gli azionisti di breve periodo, ma se le aziende non pagano i dividendi è perché le risorse sono reimpiegate nell'azienda per la crescita trasformandosi magari in capital gain", ha spiegato il manager.

"Quindi capisco che gli azionisti in alcuni casi possano avere attenzione, ma li invito a guardare al medio-lungo periodo perché quello che conta è l'efficienza dell'utilizzo delle risorse", ha concluso.

Un altro tema all'attenzione degli organi decisionali della banca è quello legato alle eventuali svalutazioni degli asset immateraiali.

"Stiamo guardando il tema in relazione al bilancio e ai conti finali. Nei prossimi consigli ne parleremo", ha detto Beltratti specificando che il caso sugli intangibles è diverso rispetto a quello già evidenziato da UniCredit nell'ultima trimestrale.

"In un caso erano acquisizioni e nell'altro operazioni carta contro carta", ha spiegato.

Il presidente del Cdg del gruppo bancario ha inoltre ribadito che il piano strategico approvato lo scorso aprile è ancora valido e non è stato rivisto.

Qualche ritocco a singoli progetti del piano - relativi a specifiche azioni di efficientamento, miglioramento della produttività, servizi, prodotti - e che più dipendono dalle varizioni del contesto macroeconomico è comunque possibile, ha spiegato

"Al momento abbiamo un piano industriale approvato e non ci siamo tornati sopra a livello di decisioni formali. Quindi lo riteniamo senz'altro valido", ha detto Beltratti.

"All'interno del piano ci sono progetti che sono più dipendenti dall'ambiente circostante e quindi indubbiamente nell'arco dei tre anni questi questi dovranno essere valutati alla luce dello scenario prevedibile che peraltro ci auguriamo migliori abbastanza rapidamente", spiega il managaer

"Noi peraltro eravamo stati molto cauti in sede di presentazione perché avevamo una crescita attesa piuttosto bassa", ha concluso.

(Andrea Mandalà)

-- Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below