RPT-CONTI 2011 - Telecom It, organico in linea, occhi cedola, mobile

lunedì 20 febbraio 2012 15:14
 

(Cambia posizionamento virgola in cifra a para 11)	
    MILANO, 20 febbraio (Reuters) - Revisione verso il
basso della politica dei dividendi, con una cedola da stabile a
un calo del 25%, e l'ambito del mobile domestico che vede ancora
un recupero lento.	
    Sono questi i punti critici delle attese sui risultati
Telecom Italia, che dovrebbero registrare a livello
delle principali grandezze di bilancio dati in miglioramento,
sostenuti però dal consolidamento di Telecom Argentina
, che nel 2010 era in bilancio dal quarto trimestre. 	
    A parità di perimetro e di tassi di cambio (dato organico),
le attese sono per risultati 2011 in linea con il 2010, con il
Brasile e la buona performance sul fronte del taglio dei costi
operativi che compensano la debolezza del mercato interno.	
    I dati reported trimestre su trimestre rivelano un andamento
dei numeri principali in linea.	
    "Politica dei dividendi e andamento del mobile domestico",
dice un analista di una primaria banca italiana in merito a
quale sarà il focus del mercato. 	
    Per quanto riguarda l'aggiornamento del piano industriale
c'è incertezza sui target sul debito, mentre si attende una
sostanziale conferma di stabilità per fatturato ed Ebitda.	
    I dati saranno diffusi tra il 23 e il 24 febbraio insieme
all'aggiornamento del piano industriale. 	
    La controllata brasiliana TIM Participacoes ha
annunciato nei giorni scorsi Ebitda margin in aumento di 2,76
punti al 27,8%. L'utile netto è stato in netto calo, ma
leggermente sopra le attese.  	
    Telecom Argentina ha visto un aumento dell'utile netto del
18% leggermente sotto le attese degli analisti. 	
    	
    ANALISTI DIVISI SU DEBITO	
    Un analista di una banca estera parla di possibile sorpresa
positiva sul debito netto, con il gruppo che rimane fedele al
target fissato sul 2013 (a 25 miliardi), nonostante gli esborsi
non previsti per le licenze e per la brasiliana Atimus, e chiude
l'anno in corso con un passivo di 28 miliardi.	
    Un terzo analista stima debito netto sotto quota 23 miliardi
entro il 2014.	
    Il primo analista prevede: "Una cedola flat su anno, ricavi
da servizi del mobile nel quarto trimestre a -6,5% (-7,5% nel
terzo) e uno spostamento dell'obiettivo sul debito netto (sotto
quota 25 miliardi) a fine 2014, in seguito all'esborso per le
licenze", non previsto nel piano.	
    Telecom ha partecipato alla gara per la vendita delle
frequenze (800, 1800, 2000 E 2600 mHz) per la telefonia G4 a
banda larga, spendendo circa 1,260 miliardi. 	
    Sull'Ebitda dei prossimi anni "vedo un Cagr in lieve rialzo;
secondo il consensus dovrebbe essere stabile", aggiunge.	
    Un terzo analista attende un taglio del dividendo di oltre
il 20%, entrate da servizi del mobile domestico a -7% nel
trimestre, debito netto a poco meno di 27 miliardi nel 2013,
costi operativi in calo di oltre il 5,5% e parla di guidance
focalizzate su debito e divisione mobile.	
    Gli obiettivi gruppo 2011-13 annunciati a febbraio 2011
comportavano free cash flow cumulato a oltre 22 miliardi,
posizione finanziaria netta a circa 25 miliardi a fine 2013,
incremento annuo del monte dividendi pari al 15%.	
    Il gruppo, nelle scorse settimane, a fronte di nuove
indiscrezioni di stampa su un taglio della cedola, ha risposto
che la priorità del gruppo è la riduzione del debito e la
conservazione del rating. 	
    	
    Di seguito una media delle previsioni Thomson Reuters IBES
(elaborate con stime elaborate negli ultimi 30 giorni, dati
reported)	
    	
    RISULTATI 2011	
    	
                     Media       n. Stime     2010*	
    Fatturato       29.890          13       27.571	
    Ebitda          12.246          12       11.766	
    Utile netto      2.465          11        3.121	
    Debito netto    31.229          11       31.468	
    	
    * Telecom Argentina consolidata dall'ultimo trimestre 2010	
    	
    	
    RISULTATI TRIM4 2011	
    	
                     Media       n. Stime     2010	
    Fatturato        7.779           9        7.672	
    Ebitda           3.051           8        3.054	
    	
    (Stefano Rebaudo)	
    (Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02
66129431, Reuters messaging:
stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)	
      
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia