Fiat cala su realizzi, analisti positivi, ma cautela

venerdì 3 febbraio 2012 10:51
 

MILANO, 3 febbraio (Reuters) - Fiat è in ribasso, a causa di prese di beneficio dopo il rialzo segnato mercoledì sull'annuncio di previsioni 2012 più forti delle attese, con gli analisti positivi sul titolo.

I trader parlano però ancora di cautela a caus dei timori che la crisi della zona euro possa aggravarsi e portare un ulteriore rallentamento dell'economia, soprattutto in Europa.

Alle 10,35 italiane Fiat è in ribasso del 3% a 4,69 euro, con scambi per 21,7 milioni di pezzi rispetto a una media giornaliera di 31,9 milioni. Il titolo è sopra i livelli di martedì, prima dei dati, a 4,6 euro circa.

"E' un po' di profit taking, gli investitori vogliono realizzare qualcosa dopo i recenti rialzi. Su Fiat ma anche sul resto del mercato", dice un trader.

Fiat ha previsto un trading profit 2012 a 3,8-4,5 miliardi di euro. Gli analisti attendevano un target rivisto a 3,2 miliardi. Il titolo è salito in modo deciso dopo l'annuncio di dati e previsioni mercoledì.

La maggior parte delle banche ha rivisto al rialzo le attese sul 2012, ma nella parte bassa del range.

Oggi Ubs ha rivisto il prezzo obiettivo su Fiat a 5,7 da 5 euro. La banca ignora la previsione di fatturato 2012 a 77 miliardi, perchè ritiene implicherebbe un calo del 20% del fatturato di Fiat, esclusa Chrysler.

Ieri un report di Mediobanca, una delle poche che aveva anticipato in modo corretto le stime sul trading profit 2012, ha confermato il giudizio "outperform" sul titolo, con target price a 7,5 euro, e considera i timori sul 2012 eccessivi.

Gli analisti guardano anche alle ipotesi M&A dopo che l'AD Sergio Marchionne ha parlato di trattative per l'acquisto della quota Veba in Chrysler a partire dalla seconda metà del 2012.   Continua...