PUNTO 1-Parmalat, smentite voci cedola straordinaria e delisting

giovedì 2 febbraio 2012 15:41
 

(Aggiunge dichiarazione Lactalis, aggiorna quotazione)

MILANO, 2 febbraio (Reuters) - Parmalat e l'azionista di controllo Lactalis smentiscono le voci di mercato su dividendo straordinario e delisting che i trader hanno citato per motivare il balzo del titolo a Piazza Affari.

"Smentiamo le voci di dividendo straordinario e non ci risulta un delisting", dichiara una portavoce del gruppo alimentare.

Un portavoce di Lactalis conferma che "il delisting non è un argomento all'ordine del giorno".

Intorno alle 15,30 il titolo - nonostante la smentita - sale dell'8% circa a 1,63 euro.

"Girano voci di delisting o di dividendo straordinario", ha riferito questa mattina un operatore, in linea con quanto detto anche da altri trader.

Lo statuto di Parmalat prevede che la società sia "obbligata a distribuire agli azionisti una percentuale pari al 50% degli utili distribuibili risultati da ognuno dei primi 15 bilanci annuali di esercizio", ossia fino al 2020. In passato in alcuni casi il gruppo ha pagato un acconto sul dividendo.

(Sabina Suzzi)   Continua...