Enel, Ebitda 2011 17,7 mld (+1,1%), no anticipo dividendo in 2012

martedì 31 gennaio 2012 18:05
 

ROMA, 31 gennaio (Reuters) - Il Cda di Enel ha approvato oggi i risultati preliminari per il 2011 che si è chiuso con un Ebitda di 17,7 miliardi in crescita dell'1,1% dai 17,5 miliardi del 2010.

Lo riferisce una nota del gruppo in cui si dice anche che nel 2012 "non è prevista la distribuzione di alcun acconto sui dividendi maturati nell'esercizio stesso, secondo quanto disposto dall'odierno Cda".

Commentando i risultati per l'anno passato, l'Ad della società elettrica, Fulvio Conti, ha detto che "anche nel 2011 il gruppo ha raggiunto sia l'obiettivo di riduzione dell'indebitamento finanziario netto, sia quello di incremento del margine operativo lordo".

I ricavi del periodo sono ammontati a 79,5 miliardi di euro.

L'indebitamento al 31 dicembre del 2011 ammontava a 44,6 mld dai 44,9 miliardi del 2010.

Enel avvisa che "il saldo del dividendo relativo all'esercizio 2011 verrà messo in pagamento in data 21 giugno 2012, con data stacco il 18 giugno 2012".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia