Atlantia, polo autostradale in Brasile con gruppo Bertin

lunedì 30 gennaio 2012 09:12
 

ROMA, 30 gennaio (Reuters) - Atlantia ha raggiunto un accordo con il gruppo Bertin per creare in Brasile una joint venture paritetica in cui far confluire le rispettive partecipazioni autostradali nel Paese per un polo da oltre 1.500 chilometri di rete in concessione.

Lo si legge in una nota del gruppo autostradale controllato dalla famiglia Benetton.

"Si stima che le attività oggetto di conferimento consuntiveranno nel 2012 ricavi per circa R$ 810 milioni (pari a 354 milioni di euro), con un EBITDA di circa R$ 630 milioni (pari a 275 milioni di euro) e che l'indebitamento netto a fine esercizio 2012 sia circa R$ 1,625 milioni (pari 710 milioni di euro)", dice la nota.

L'operazione prevede che il Gruppo Atlantia conferisca in una nuova società il 100% di Triangulo do Sol e che sottoscriva un aumento di capitale nella stessa per R$ 236 milioni (pari a circa 103 milioni di euro). Al momento il Gruppo Atlantia detiene l'80% del capitale di Triangulo do Sol, titolare della concessione con scadenza nel 2021 di 442 km nello stato di San Paolo in Brasile, ma in virtù di un nuovo accordo intercorso con il socio Leão & Leão acquisirà nel frattempo il restante 20% del capitale.

Da parte sua CIBE conferirà nella medesima società le seguenti partecipazioni:  il 100% di Colinas, titolare della concessione con scadenza nel 2028 nello stato di San Paolo per complessivi 307 km;  il 100% di Nascentes das Gerais, titolare della concessione con scadenza nel 2032 di 372 km nello stato di Minas Gerais.

L'accordo prevede inoltre a favore della nascente società un'opzione di acquisto avente oggetto il 95% del capitale di SPMAR detenuto dal Gruppo Bertin.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia