Mondo TV, ok a nuovo business plan 2012-13, riduce stime

mercoledì 25 gennaio 2012 18:40
 

MILANO, 25 gennaio (Reuters) - Mondo TV ha approvato un nuovo business plan 2012-2013 che recepisce il mutato scenario economico/politico diminuendo le stime del piano precedente, pur preservando una crescita del fatturato e dei margini economici rispetto agli esercizi 2010 e 2011.

L'assemblea straordinaria del gruppo attivo nella produzione e distribuzione di serie televisive e film d'animazione per la TV e il cinema ha inoltre dato il via libera all'aumento di capitale di 11,3 milioni di euro offerto in opzione ai soci.

In base al nuovo business plan, si legge in una nota, i ricavi di vendita cumulati del gruppo nel biennio 2012-2013 saranno compresi tra 34 e 39 milioni di euro, mentre il valore della produzione, che include la capitalizzazione delle serie animate realizzate internamente, sarà compreso in un intervallo tra 42 e 48 milioni di euro.

L'Ebitda margin cumulato per il biennio in oggetto sarà pari a circa il 55% dei ricavi.

Il nuovo piano "recepisce il mutato scenario economico/politico caratterizzato dalla crisi economica dell'eurozona e dai fattori di instabilità politica nel mondo arabo", si legge nella nota. Tale contesto ha portato a diminuire le stime incluse nel precedente business plan approvato il 22 marzo 2011.

Il Cda ha anche analizzato alcuni dati preconsuntivi relativi al 2011, con ricavi previsti in crescita rispetto al 2010 pur non raggiungendo il target previsto a budget. L'Ebitda è atteso "in significativa crescita rispetto al 2010 sia in valore assoluto che come percentuale sui ricavi".

Quanto al via libera dei soci alla proposta di aumento di capitale, un altro comunicato ricorda che l'azionista di riferimento aveva confermato la sottoscrizione dell'aumento di capitale in proporzione alla propria partecipazione attraverso la conversione del proprio credito, comunicando la disponibilità a sottoscrivere, tramite pagamento cash, parte dell'eventuale inoptato.

Fermi i tempi tecnici connessi con la pubblicazione del prospetto informativo di offerta delle nuove azioni e gli altri adempimenti connessi con l'operazione, l'aumento di capitale sarà definito nei primi mesi del 2012, aggiunge la nota. Non si prevedono consorzi di garanzia e/o collocamento.

I clienti Reuters possono leggere i comunicati integrali cliccando su   Continua...