16 novembre 2011 / 09:09 / 6 anni fa

PUNTO 1- Unicredit, Moody's rivede rating per possibile downgrade

(Aggiunge dettagli da nota)

MILANO, 16 novembre (Reuters) - Moody's ha messo sotto osservazione per un possibile downgrade i rating di Unicredit e di alcune società del gruppo.

La revisione riguarda in particolare la valutazione di lungo termine A2, la forza finanziaria stand-alone C- e la valutazione di breve termine Prime-1.

La decisione, si legge in una nota, fa seguito alla pubblicazione dei risultati trimestrali che hanno mostrato una perdita netta di 10,6 miliardi a causa di cospicue svalutazioni e una contrazione dell'utile operativo.

"Nella sua revisione Moody's si concentrerà sulla svalutazione del goodwill e sulla misura in cui esso segnala la prospettiva di utili in calo nei principali mercati della banca, soprattutto in Italia, come indicato anche dalla contrazione dell'utile operativo", spiega la nota.

Moody's spiega che considererà sia i conti del trimestre, sia del piano industriale che contempla tra l'altro un aumento di capitale da 7,5 miliardi.

L'agenzia di rating giudica positivamente la prevista ricapitalizzazione e anche il fatto che la banca continui ad avere una consistente liquidità nonostante le attuali condizioni del mercato.

D'altro canto Moody's sottolinea il tempo relativamente lungo richiesto per raggiungere gli obiettivi del piano strategico e le ardue sfide a esso connesse, visto il contesto complicato ed estremamente incerto in cui questi target devono essere raggiunti.

Il rating standalone - e gli altri di conseguenza - potrebbe anche essere alzato nel caso di un significativo miglioramento della redditività, in particolare in Italia, e di una riduzione del livello di non-performing loan. Si tratta però, secondo Moody's, di un'ipotesi abbastanza improbabile nel breve-medio termine.

Sulla possibilità di un downgrade pesa anche la volatilità del contesto operativo in Italia e in Europa, sottolinea la nota. "Qualsiasi significativo indebolimento del suo profilo di funding e di liquidità, o qualsiasi evidente impatto della difficile congiuntura sulle sue attività (...), sulla redditività o sulla qualità degli asset metterebbe ancor più sotto pressione il rating standalone. Un downgrade del rating standalone porterebbe probabilmente a un downgrade dei rating long-term deposit and debt rating".

Le controllate coinvolte nella revisione per un possibile taglio di rating sono UniCredit Leasing, UniCredit Bank AG, UniCredit Bank Austria, UniCredit Luxembourg, ATF Bank, UniCredit Bank Slovakia, Bank Polska Kasa Opieki, Yapi ve Kredi Bankasi.

I rating di UniCredit coinvolti sono il Bank Financial Strength Rating (C-), Senior Unsecured (A2), Senior Unsecured MTN [(P)A2], LT Bank Deposit (A2), LT Deposit Note/ CD Program [(P)A2], Subordinate (A3), Subordinate MTN [(P)A3], Junior Subordinate [Baa2(hyb)], Junior Subordinate MTN (Baa2), Tier III Debt MTN [(P)A3], Pref. Stock Non-cumulative [Ba1(hyb)], ST Bank Deposit (P-1), Other Short Term [(P)P-1].

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below