Cattolica Ass, utile netto 9 mesi in calo, pesano bond Grecia, Irap

venerdì 11 novembre 2011 19:04
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Cattolica Assicurazioni ha chiuso i primi 9 mesi del 2011 con un utile netto consolidato pari a 41 milioni di euro al 30 settembre 2011, in calo rispetto ai 61 milioni dello stesso periodo del 2010 per effetto delle svalutazioni dei titoli governativi in portafoglio e della maggiorazione dell'aliquota Irap. Lo si legge in una nota della società.

Senza tali effetti non ricorrenti, l'utile netto consolidato si attesterebbe a 62 milioni, sottolinea la società.

Le svalutazioni dei titoli pesano per complessivi 17 milioni di euro, di cui 15 milioni relativi a titoli di Stato della Grecia, e 2 milioni relativi ad altri titoli, spiega la nota.

Il margine di solvibilità del gruppo al 30 settembre 2011, determinato in ipotesi di applicazione delle disposizioni previste dai provvedimenti anticrisi, è pari a 1,35 volte il minimo regolamentare.

Al 30 giugno il margine di solvibilità si attestava a 1,4 volte il minimo regolamentare. La dimunizione, spiega la nota, è principalmente dovuta alla riduzione di valore dei titoli di Stato italiani presenti in portafoglio.

La gestione industriale registra un combinaed ratio nel segemento danni a 96,9%, in ulteriore miglioramento rispetto a fine 2010 (97,7%) e al primo semestre 2011 (97,4%).

I clienti Reuters possono leggere il comunicato cliccando su

  Continua...