11 novembre 2011 / 12:28 / 6 anni fa

PUNTO 1-Fonsai, Solvency ratio all'1 novembre stabile al 111%-DG

(Aggiunge dettagli da conference call, background)

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Il Solvency ratio di Fondiaria-Sai all'1 novembre è stabile al 111%, in linea con il dato di fine settembre, grazie all'effetto copertura sulla partecipazioni e al contributo del Milleproroghe.

Lo ha detto il direttore generale Piergiorgio Peluso nella conference call sulla trimestrale.

"All'1 novembre è fermo al 111% per effetto dell'hedging e dell'impatto del Milleproroghe che è aumentato", ha detto Peluso.

A fine settembre il Milleproroghe ha contribuito per 17 punti percentuale sul Solvency Ratio, mentre all'1 novembre tale impatto è salito a 22 punti. "L'Isvap ha posto un tetto a 30 punti", ha spiegato Peluso.

Nella nota sui risultati dei primi nove mesi diffusa ieri, Fondiaria-Sai ha dichiarato che "non potrà essere mantenuta al termine dell'esercizio in corso la soglia obiettivo del 120% in termini di margine di solvibilità corretto".

Per questo motivo la priorità è il rafforzamento della solvibilità del gruppo, ha spiegato l'AD Emanuele Erbetta.

A questo proposito "sul fronte dismissioni il mercato è difficile". "Stiamo lavorando, continueremo a cercare risposte positive", ha detto Erbetta.

"C'è un ventaglio di opzioni di capital management oltre alla cessioni che stiamo studiando. Al Cda di fine mese di novembre presenteremo un ventaglio di opzioni per il recupero della marginalità", ha aggiunto.

La stampa più volte ha scritto che la quota in Impregilo , detenuta tramite il veicolo Igli, potrebbe essere ceduta. Il mese scorso, il vicepresidente Massimo Pini ha dichiarato che Fonsai non vuole vendere la quota. Per dettagli

Oggi Peluso ha sottolineato che la compagnia è legata "a un patto con gli altri soci e intende rispettarlo. Il patto scade alla metà dell'anno prossimo".

"Il nostro atteggiamento, come per tutte le nostre partecipate, è voler trarre il maggior profitto tramite la valorizzazione nel tempo della partecipazione", ha poi aggiunto.

"Siamo un azionista finanziario. In questo momento stiamo cercando di capire la possibilità di discussioni con gli altri soci per definire un piano industriale che valorizzi a pieno la partecipata", ha spiegato Peluso, sottolineando che il valore di carico della quota è di 3,5 euro mentre oggi il titolo Impregilo scambia poco sopra 2 euro.

In merito alla joint-venture nella bancassurance con Banco Popolare, Peluso ha poi spiegato che l'andamento della raccolta non è condizione per l'esercizio dell'opzione put prima del tempo.

"Non abbiamo in questo momento il diritto di accelerare la put per effetto dell'andamento di quest'anno" che non è stato brillante.

"La bancassurance è in difficoltà e probabilmente lo sarà anche nel 2012", ha infatti detto Erbetta.

Proprio Erbetta a fine agosto in un'intervista a Reuters aveva dichiarato che Fonsai è pronta a ridiscutere l'accordo di bancassurance con Banco Popolare e che sta valutando ogni opzione possibile.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below