PUNTO 1-A2A, netto 9 mesi scende a 114 mln, mol 2011 visto -5/10%

giovedì 10 novembre 2011 16:42
 

* Pesano Edison e investimento in montenegrina Epcg

* Indebitamento fine anno atteso intorno a 4 mld

* Titolo cede 2,7% in Borsa (Aggiunge dettagli da conference call)

di Giancarlo Navach

MILANO , 10 novembre (Reuters) - Utili in decisa contrazione per A2A nei primi nove mesi. Pesano sui conti l'effetto negativo della partecipazione in Transalpina di Energia, la holding che controlla il 61,3% di Edison per oltre 40 milioni e i risultati "significativamente inferiori" su base annua della controllata montenegrina Epcg. Tutti fattori che spingono la superutility di Milano e Brescia a ridurre la guidance di mol per l'anno, intorno al 5-10% rispetto al risultato del 2010.

In Borsa il titolo sta cedendo il 2,6%, peggiore perfomance singola fra le blue chip a fronte dell'indice Ftsemib che sale dello 0,5% poco prima delle 17, ai minimi della giornata. "La società ha ridotto la guidance per l'anno, l'indebitamento è salito rispetto al primo semestre, Epcg non genera i soldi attesi. Ci sono tutti i motivi per vendere", osserva un analista di una banca d'affari italiana.

Nei nove mesi l'utile netto scende a 114 milioni di euro da 436 milioni registrati nei primi nove mesi 2010 principalmente per effetto delle differenti plusvalenze generatesi nel primo semestre del 2010 (cessione Alpiq) e del 2011 (cessione Metroweb) e per il risultato di Transalpina di Energia.

Nel terzo trimestre la società scivola in rosso per 6 milioni.

I ricavi sono pari a 4,351 miliardi, in crescita di oltre 310 milioni anche per effetto del consolidamento della partecipata montenegrina Epcg.   Continua...