Bnp, trim3 sotto attese colpito da accantonamenti su Grecia

giovedì 3 novembre 2011 08:52
 

PARIGI, 3 novembre (Reuters) - BNP Paribas ha chiuso il terzo trimestre con utili in calo del 72% dopo aver iscritto a bilancio un onere maggiore del previsto di 2,2 miliardi di euro sul debito greco, e ha venduto miliardi di euro di titoli governativi della zona euro, compresa l'Italia.

L'onere equivale al 60% dell'esposizione sovrana della banca francese all'economia greca e riflette l'impegno del mese scorso dei creditori del settore privato a svalutare una grossa fetta dei titoli di stato greci in portafoglio, ha spiegato Bnp in una nota, aggiungendo tuttavia che il piano è "circondato da incertezza".

L'istituto inoltre nel terzo trimestre ha tagliato la sua esposizione al debito sovrano della zona euro del 20,7% a 58,6 miliardi. La banca ha ridotto l'esposizione alla Grecia a 1,6 miliardi da 3,5 miliardi di fine giugno, quella all'Italia a 12,2 da 20,5 miliardi e quella alla Spagna a 0,5 miliardi da 2,7 miliardi.

L'utile netto trimestrale è sceso del 71,6% a 541 milioni di euro, ben sotto le attese medie di un sondaggio Reuters che indicavano un risultato di 992 milioni, con gli analisti che avevano previsto un onere per la Grecia nell'ordine del 50%.

I ricavi sono scesi del 7,6% a 10,0 miliardi contro attese per 10,48 miliardi.

Descrivendo gli accantonamenti della banca per la Grecia come "adeguati" per il momento, l'AD di Bnp Baudouin Prot non ha escluso la possibilità di un default sul debito sovrano di Atene, dichiarando a Reuters Insider TV che sarebbe "spiacevole" ma "gestibile".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia