Edison conferma indebitamento a fine anno a 3,9 mld, no stime 2012

venerdì 28 ottobre 2011 16:21
 

MILANO , 28 ottobre (Reuters) - Edison conferma l'obiettivo di chiudere il 2011 con indebitamento netto pari a 3,9 miliardi di euro a fronte dei 4,1 miliardi del 30 settembre scorso, così come l'Ebitda di 900 milioni, secondo l'AD, Bruno Lescoeur.

Nel corso della conference call, il manager ha poi sottolineato che "non è possibile fare previsioni per il 2012".

Alla base di questa incertezza, l'andamento degli arbitrati in corso con Qatar e Libia, Paesi fornitori di gas sui contratti "take or pay" a lungo termine non più allineati ai prezzi apllicati sui mercati spot del gas.

"Sui contratti gas il primo è con il Qatar dove siamo in arbitrato e siamo sicuri che si chiuderà nel 2012. Il secondo è con la Libia. Abbiamo avviato un arbitrato con Eni e siamo fiduciosi che anche questo processo finirà nel 2012. Per l'ultimo con l'Algeria abbiamo deciso di entrare in arbitrato il 5 agosto scorso, ma questo non esclude la possibilità di raggiungere un accordo in parallelo. Per questa ragione siamo prudenti nel non fare stime prime prima del 2013", ha detto Lescoeur.

(Giancarlo Navach)

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Edison conferma indebitamento a fine anno a 3,9 mld, no stime 2012 | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    19,741.75
    -0.54%
  • FTSE Italia All-Share Index
    21,860.79
    -0.53%
  • Euronext 100
    976.53
    -0.16%