October 28, 2011 / 9:19 AM / 6 years ago

Fiat pesante su dati debito, volano risp e priv su conversione

4 IN. DI LETTURA

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Fiat in netto ribasso a Piazza Affari penalizzata, secondo operatori e analisti, dal dato sul debito netto emerso ieri dalla trimestrale.

Volano invece le risparmio e le privilegiate di Fiat e Fiat Industrial dopo l'annuncio che le due società proporranno agli azionisti la conversione in ordinarie, andando ad avvicinarsi al premio proposto.

Intorno alle 11 Fiat cede il 5,5% a 4,82 euro, con volumi sostanzialmente in linea con la media.

Le risparmio FIAn.MI e le privilegiate FIA_p.MI balzano del 20% circa.

Fiat Industrial , che ieri ha annunciato una trimestrale definita in generale dagli analisti "molto buona", dopo un avvio positivo gira in ribasso ed è in asta di volatilità con un calo teorico intorno al 4%.

Le risparmio FIn.MI e le privilegiate FI_p.MI di Fiat Industrial mettono a segno progressi rispettivamente del 28% circa e del 35% (teorico, il titolo è in asta di volatilità).

"I risultati di Fiat dal punto di vista operativo sono in linea ma ha deluso il debito netto", commenta un operatore.

Il gruppo Fiat ha chiuso il terzo trimestre con trading profit a 851 milioni di euro da 705 milioni del consensus degli analisti elaborato dalla società, rivedendo al rialzo il target sul trading profit 2011 e confermando gli altri.

Il debito netto industriale a fine settembre era pari a 5,8 miliardi da 3,4 miliardi di fine giugno.

"Non siamo particolarmente preoccupati per il debito netto industriale in quanto crediamo che il livello scenderà decisamente nel quarto trimestre", osserva comunque in una nota Banca Akros, che nel complesso parla di risultati del terzo trimestre "misti", con un miglioramento nella guidance di trading profit "non chiara".

Ieri il Cda di Fiat ha anche deliberato di proporre agli azionisti la conversione delle azioni privilegiate e di risparmio in azioni Fiat, con un rapporto pari a 0,850 azioni ordinarie per ciascuna azione privilegiata e a 0,875 ordinarie per le risparmio.

Per Fiat Industrial la proposta è di un rapporto di conversione pari a 0,700 ordinarie per ogni privilegiata e a 0,725 ordinarie per ciascuna azione di risparmio.

Gli analisti calcolano per Fiat un premio rispetto alle quotazioni di ieri del 27,5-28% sia per le risparmio che per le privilegiate.

Per Fiat Industrial il premio implicito è di circa 38,5% per le risparmio e intorno a 42,5% per le privilegiate.

La conversione, finalizzata a ridurre la complessità della struttura del capitale e semplificare la governance, "accende anche ipotesi più speculative", commenta un operatore, sottolineando che eventuali operazioni sarebbero più facili con una sola classe di azioni.

Mediobanca in una nota osserva che per Fiat altri motivi alla base della decisione potrebbero essere una futura fusione con Chrysler (senza il rischio che l'operazione venga fermata da un'assemblea speciale degli azionisti di risparmio) e uno spinoff di Ferrari (senza bisogno di emettere azioni risparmio e privilegiate Ferrari).

Per Fiat Industrial una motivazione secondo Mediobanca potrebbe essere una futura cessione di Iveco.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below