CONTI TRIM3-Fiat, risultati sostenuti da attività Usa

mercoledì 26 ottobre 2011 17:00
 

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Le controllate statunitensi sostengono i risultati di Fiat e Fiat Industrial , mentre resta sotto pressione la parte europea e soprattutto quella italiana.

Lo dicono gli analisti alla vigilia dei risultati dei due gruppi che saranno diffusi domani 27 ottobre, aggiungendo che le cifre dovrebbero essere inferiori a quelle del trimestre precedente, soprattutto per fattori stagionali.

Chrysler dovrebbe rappresentare più di metà del trading profit di Fiat grazie a un rialzo atteso dei volumi di circa il 30% nel periodo, secondo un analista. Questo a fronte di una Fga (Fiat group automobiles) piatta, in termini di quantità vendute, per il calo in Europa, compensato dal Brasile.

Anche Fiat Industrial dovrebbe beneficiare del buon andamento del mercato Usa e quindi di Cnh e guarda a indicazioni sul mercato dei mezzi pesanti in Europa.

Un analista sottolinea che le immatricolazioni in Europa di veicoli commerciali oltre le 3,5 tonnellate sono aumentate del 22,4% a luglio e del 23,5% ad agosto e si attende un trend simile a settembre. Un dato positivo, anche se Iveco è fortemente esposta al mercato italiano più debole. A luglio l'Italia ha segnato +0,8%, ad agosto -5,7%.

FIAT, SI GUARDA A PARTNER ASIA

Su Fiat gli analisti si chiedono a che punto siano i colloqui per una partnership forte in Asia, area in cui il gruppo ha una presenza ancora marginale.

Oggi guardano a Suzuki, in lite con la tedesca Volkswagen (VOWG_p.DE: Quotazione). Il gruppo nipponico ha chiesto il divorzio ma la società tedesca non ha intenzione di cedere il suo 20%.

La diatriba è nata dopo che Volkswagen ha accusato Suzuki di violare gli accordi a causa di un'intesa con Fiat sui motori diesel in India.   Continua...