RPT-UniCredit, rischi su risultati da eventuale rottura euro-prospetto

giovedì 5 gennaio 2012 17:59
 

(elimina refuso)

MILANO, 5 gennaio (Reuters) - L'eventuale uscita di uno o più paesi dalla zona euro o l'abbandono della moneta unica potrebbero avere "effetti negativi rilevanti" sull'attività, i risultati operativi e la situazione economica, patrimoniale e finanziaria di UniCredit.

Lo si legge nel prospetto preparato per l'aumento di capitale della banca da 7,5 miliardi che partirà lunedì.

Una fonte vicina all'operazione, tuttavia, sottolinea che si tratta di una delle eventualità a livello macroeconomico che non si possono omettere in un prospetto e che è molto probabile che la stessa avvertenza compaia in altri documenti su operazioni simili in futuro.

"Le preoccupazioni relative all'aggravarsi della situazione del debito sovrano dei paesi dell'Area Euro potrebbero portare alla reintroduzione, in uno o più paesi dell'Area Euro di valute nazionali o, in circostanze particolarmente gravi, all'abbandono dell'Euro", si legge nel prospetto.

"L'uscita o il rischio di uscita dell'Euro da parte di uno o più Paesi dell'Area Euro e/o l'abbandono dell'Euro quale moneta, potrebbero avere effetti negativi rilevanti sia sui rapporti contrattuali in essere, sia sull'adempimento delle obbligazioni da parte del Gruppo UniCredit e/o dei clienti del Gruppo UniCredit, con conseguenti effetti negativi rilevanti sull'attività e sui risultati operativi e sulla situazione economica, patrimoniale e/o finanziaria del Gruppo UniCredit", prosegue il documento.

Nel prospetto si fa riferimento anche alla situazione della Grecia e in particolare si avverte che "qualsiasi peggioramento della situazione politica e socioeconomica nonché qualsiasi partecipazione volontaria del Gruppo a piani di ristrutturazione del debito greco (inclusi l'allungamento delle scadenze o stralcio sul valore di rimborso al nominale) potrebbe comportare perdite per il Gruppo anche più rilevanti rispetto a quelle registrate al 30 settembre 2011".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia