17 ottobre 2011 / 16:08 / 6 anni fa

PUNTO 1-Lusso, mercato cresce ancora in 2011, ottimismo su 2012

(Riscrive con dettagli da convegno)

MILANO, 17 ottobre (Reuters) - Le prospettive 2011 per l'industria del lusso confermano la solidità della ripresa dopo la crisi del 2009, con segnali incoraggianti che sono visti proseguire anche l'anno prossimo.

Secondo uno studio Bain & CO condotto in collaborazione con la Fondazione Altagamma, il mercato globale dei beni di lusso personali si appresta a chiudere il 2011 con un incremento a cambi correnti del 10% (+13% a tassi costanti), beneficiando di una nuova fase di crescita dei mercati maturi e di una continua espansione nei mercati emergenti.

Le stime di Bain sul 2011 sono migliori di quelle presentate a maggio, che indicavano un aumento a cambi costanti dell'8%.

"Circa l'80% delle aziende del nostro panel sono cresciute nel 2010 e nel 2011", ha sottolineato Claudia D'Arpizio, partner di Bain & Co, illustrando i risultati dello studio in occasione del consueto osservatorio mondiale Altagamma sui mercati del lusso.

Nel 2010, la crescita è stata del 13% a cambi correnti e dell'8% a cambi costanti. Le fluttuazioni valutarie hanno avuto un impatto diverso su 2010 e 2011, ha evidenziato l'esperta di Bain. La seconda metà di quest'anno ha infatti mostrato un rapporto di cambio euro/dollaro sfavorevole per i conti delle aziende dell'alto di gamma, mentre l'anno scorso il cambio era risultato vantaggioso.

"Il trend positivo del 2010 è confermato, e anzi in gran parte rafforzato, dai primi dati del 2011", secondo Paola Varacca Capello di SDA Bocconi, coautrice di "Fashion and Luxury Insight 2011", rapporto annuale di SDA Bocconi e Fondazione Altagamma presentato oggi.

2012 VISTO ANCORA IN CRESCITA, BENE PELLETTERIA E GIOIELLI

Per il 2012, nonostante le turbolenze socio-economiche, "non vogliamo dare un numero ma siamo moderatamente ottimisti", ha dichiarato D'Arpizio. Il mercato continuerà a crescere, trainato non soltanto dalla Cina ma anche dall'America Latina - in particolare Brasile e Messico - mentre "abbiamo un punto di domanda sull'Europa, sui consumi locali".

Anche dall'Altagamma Consensus 2012 arrivano segnali positivi sul prossimo anno, periodo in cui tutti i settori del lusso sono visti crescere, così come tutti i mercati geografici - sia quelli nuovi sia quelli tradizionali - guidati dall'Asia, per cui è stimato un +16,5%.

Per quanto riguarda i settori, si stimano performance sopra la media per i prodotti in pelle e le calzature, insieme al comparto gioielli e orologi.

A livello di redditività, per l'Ebitda medio 2012 è prevista una crescita del 10% sul 2011.

BRILLANO CINA E BRASILE, GIAPPONE TENTA TIMIDA RIPRESA

Passando all'aspetto geografico, nel 2011 dalla Cina e dal mercato asiatico in generale continuano ad arrivare segnali di forza, ma anche mercati più maturi come l'Europa e gli Stati Uniti offrono conferme di una buona crescita organica dopo l'annus horribilis 2009.

In particolare, la Cina dovrebbe ripetere nel 2011 il +35% messo a segno nel 2010, mentre in Europa la crescita di quest'anno è stimata al 7% e in America all'8%.

Grande attenzione al Brasile, fattore trainante dell'America Latina con un +20% previsto per il 2011.

Il Giappone ha invertito l'anno scorso una fase di declino iniziata nel 2007 chiudendo un 2010 stabile con stime di una timida crescita del 2% nel 2011 e un impatto negativo del terremoto inferiore alle attese.

"E' positivo vedere che non siamo più soltanto Cina-dipendenti, vediamo riaffiorare il Giappone e assistiamo al ritorno degli Usa", ha commentato durante il convegno Paolo Zegna, vice presidente della Fondazione Altagamma.

Per quanto riguarda le categorie di prodotto, gioielleria e orologeria nel 2011 dovrebbero replicare con +18% la brillante ripresa del 2010 (+23%), trascinata dai paesi emergenti.

L'abbigliamento, colpito dalla crisi del 2009, l'anno scorso è ripartito (+12%) e anche quest'anno dovrebbe continuare a crescere (+8%). Gli accessori dopo il +17% del 2010 dovrebbero mettere a segno un incremento del 13% mentre è attesa più contenuta la crescita di profumi e cosmetici (+3% atteso dopo il +6% dell'anno scorso).

(Sabina Suzzi)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below