PUNTO 1-Fonsai, Milano non centreranno budget su utile netto 2011

giovedì 6 ottobre 2011 18:33
 

(aggiunge dettagli da nota e background)

MILANO, 6 ottobre (Reuters) - A causa dell'andamento attuale dei mercati Fondiaria-Sai ritiene di non raggiungere l'obiettivo previsto nel budget 2011 di un utile netto sopra i 50 milioni di euro. Per lo stesso motivo anche la controllata Milano Assicurazioni non raggiungerà il target previsto nel suo budget 2011 di un utile netto di circa 50 milioni.

Lo dice una nota della compagnia assicurativa aggiungendo che non è prevista la redazione di un nuovo budget.

La stima sul margine di solvibilità al 4 agosto pari al 112%, comunicata con la presentazione dei conti del primo semestre, è soggetta a fluttuazione nel residuo periodo dell'esercizio, in quanto influenzata dalla volatilità dei mercati.

A fine settembre il margine di solvibilità è stimato a circa il 115% e il gruppo prosegue i suoi sforzi finalizzati al raggiungimento dell'obiettivo del 120% a fine esercizio.

A fine settembre Fondiaria-Sai ha rilevato rettifiche di valore su strumenti finanziari disponibili per la vendita per 250 milioni circa a livello consolidato. Il budget 2011 ne prevedeva 40 milioni, parte dei quali già presenti nella prima relazione trimestrale.

Per Milano Assicurazioni questa voce è stimabile in 160 milioni, di cui 25 milioni imputabili alle azioni Fonsai in portafoglio, contro una previsione di budget di 17 milioni. A questo si aggiungono minusvalenze da realizzo per 18 milioni per la cessione dei diritti di opzione sui titoli Fonsai in portafoglio in relazione all'aumento di capitale.

Il budget 2011 - ricorda la nota - non comprendeva eventuali effetti economici positivi derivanti da cessioni di asset non strategici e non immobiliari.

Sulle cessioni di immobili a oggi sono consuntivate plusvalenze per 36 milioni (contro i 33 milioni previsti a budget) di cui 31 milioni relativi alla vendita della quota in Citylife. Sono "tuttora in corso trattative finalizzate a ulteriori dismissioni" di immobili, informa la nota.   Continua...