PUNTO 3-Fiat conferma target ma teme per euro

martedì 13 settembre 2011 13:52
 

(aggiunge dichiarazioni su andamento titolo)

FRANCOFORTE, 13 settembre (Reuters) - Fiat conferma i target per il gruppo nonostante la crisi finanziaria che sta colpendo la zona euro, ma ritiene che il sistema della moneta unica europea rischi di saltare se verranno fatte le mosse sbagliate.

Lo ha detto l'AD Fiat, Sergio Marchionne, a margine del salone dell'auto di Francoforte, aggiungendo che sarebbe interessante rafforzare l'attuale partnership con Suzuki , con la quale esiste già un'intesa sui motori diesel.

"Abbiamo deciso di non spostare niente", ha detto Marchionne in merito ai target del gruppo. "Per Fiat gli obiettivi sono confermati".

"Per Chrysler non abbiamo toccato niente del piano industriale, l'economia Usa va bene", ha aggiunto.

"Abbiamo sospeso delle decisioni", ha detto, senza specificare se il riferimento fosse a un rinvio dei piani di investimento. "Il 2011 e il 2012 saranno anni difficili".

Tornando al 2011 l'AD ha detto che, "per quanto riguarda l'Italia, avevamo già previsto un mercato estremamente debole intorno a 1,8 milioni di veicoli. Non abbiamo visto questi numeri dagli anni '80".

Per l'Europa "avevamno un'opinione piuttosto negativa del mercato e continuiamo ad averla. In questi momenti di incertezza non potrà andare bene".

Sulla Russia, dove Fiat ha in programma di realizzare un impianto sfruttando incentivi governativi, Marchionne ha detto che "proseguono i colloqui con il governo. Vanno benissimo".   Continua...