PUNTO 1-SocGen cederà asset, sale pressione su banche francesi

lunedì 12 settembre 2011 12:44
 

(riscrive, aggiunge dettagli)

PARIGI, 12 settembre (Reuters) - Societe Generale ha annunciato che taglierà i costi e venderà asset per un valore di 4 miliardi di euro per rafforzare il capitale, ma il titolo in borsa cede pesantemente terreno insieme alle altre banche francesi sui timori per il debito greco e un possibile declassamento del merito di credito dei principali istituti.

SocGen, BNP Paribas e Credit Agricole sono fortemente esposte al debito governativo della Grecia, sotto intensa pressione tra timori sulla permanenza del paese nella zona euro.

Sulle banche francesi - hanno riferito varie fonti sabato - si profila inoltre un'imminente decisione dell'agenzia di rating Moody's, che le ha messe sotto revisione per un possibile downgrade il 15 giugno.

La fiducia nella capacità delle banche europee di finanziarsi è andata rapidamente evaporando in un contesto di rallentamento economico e delle difficoltà debitorie della Grecia, con gli istituti francesi tra i più colpiti in quanto visti particolarmente dipendenti dal funding a breve termine.

L'annuncio odierno di SocGen è finalizzato a mitigare in parte la pressione negativa che potrebbe essere provocata da un downgrade di Moody's, osserva un analista.

"Alcuni punti del comunicato sono davvero positivi, ma non penso che questo oggi abbia un impatto", commenta. "La reazione odierna del titolo è dovuta completamente a Moody's e al nervosismo sulla possibilità che la Grecia lasci la zona euro".

SocGen ha annunciato a sorpresa che taglierà costi e posti di lavoro, accelerando la vendita di asset tossici e cedendo attività nell'asset management e nei servizi finanziari.

La banca ha detto che punta ancora a un core tier 1 ratio "ben sopra" il 9% entro il 2013, senza dover ricorrere a un aumento di capitale.   Continua...