PUNTO 1 - Thomson Reuters, Eps sopra attese, conferma stime

giovedì 5 novembre 2009 15:23
 

(riscrive, aggiunge altri dettagli)

NEW YORK, 5 novembre (Reuters) - Thomson Reuters (TRI.TO: Quotazione) (TRI.N: Quotazione) ha riportato nel terzo trimestre una crescita dell'utile operativo del 3% a 711 milioni di dollari, battendo le attese, grazie alle fluttuazioni dei cambi e al taglio dei costi, confermando l'outlook per il 2009.

Le vendite nel periodo luglio-settembre valgono 3,21 miliardi di dollari, in calo del 2% rispetto allo stesso periodo del 2008. Le stime degli analisti indicavano un valore medio di 3,23 miliardi. Sui ricavi ha pesato l'andamento delle divisioni mercati e legale.

L'utile per azione adjusted è stato di 43 centesimi di dollaro, superiore alle attese di 40 centesimi e in calo dai 47 centesimi dell'anno precedente.

Per il 2009, Thomson Reuters conferma la guidance precedente che indica un incremento del fatturato nell'anno, con un margine di utile operativo e cashflow in linea con l'anno precedente. Nel terzo trimestre il margine di utile operativo è salito al 22,1% da 20,7% di un anno prima.

"Mentre le deboli vendite nette negli ultimi trimestri confluiscono nei ricavi, prevediamo che questa discesa sia leggera e limitata nei prossimi trimestri", commenta l'AD Thomas Glocer nel comunicato sui dati.

La società, inoltre, ritiene che l'impatto dovuto a deboli vendite per abbonamenti nelle attività mercati e legali visto nel 2009 continui a pesare sui ricavi anche nella prima parte del 2010. Ma la crescita di altre divisioni, l'attenzione ai costi e i benefici derivanti dalla fusione Thomson-Reuters consentiranno di ridurre l'impatto sull'utile operativo.

Per la fine dell'anno, il gruppo di informazione prevede risparmi sui costi annuali di almeno 1 miliardi.