Deutsche Bank, 2008 scivola in rosso, previsioni fosche

giovedì 5 febbraio 2009 08:22
 

FRANCOFORTE, 5 febbraio (Reuters) - Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione) ha chiuso il 2008 in rosso e ha espresso grande cautela per il futuro dell'economia globale e per il settore bancario.

L'istituto simbolo della finanza tedesca ha registrato nel 2008 una perdita prima delle imposte di 5,7 miliardi di euro, cui hanno contribuito il peso di massicce svalutazioni e il crollo dei ricavi da trading di obbligazioni e altri prodotti, precipitati da 8,4 miliardi a 124 milioni di euro.

Il 2007 si era chiuso con un utile pretasse di 8,75 miliardi.

"Guardando avanti, vediamo il permanere di condizioni molto difficili per l'economia globale, che metteranno a dura prova i nostri clienti e il nostro settore", ha detto l'AD Josef Ackermann in una nota. "Siamo molto delusi dei risultati del quarto trimestre e della conseguente perdita annuale", ha aggiunto citando condizioni di mercato "assolutamente senza precedenti".

Ackermann ha più volte detto che l'istituto non vuole aiuti di Stato per uscire dalla tempesta, pur avendo apprezzato in linea toerica la soluzione della cosiddetta bad bank. Alcuni esperti del settore sono scettici, però, che la banca potrà continuare a mantenere questa posizione se la turbolenza dei mercati proseguirà anche quest'anno.

Il titolo a Francoforte è indicato in calo del 7% in avvio.