SocGen, netto trim2 cala meno di stime a 309 milioni

mercoledì 5 agosto 2009 08:52
 

PARIGI, 5 agosto (Reuters) - Societe Generale (SOGN.PA: Quotazione) mostra nel secondo trimestre una caduta dell'utile netto legata all'aumento dei costi per le sofferenze e gli asset rischiosi, la flessione dei profitti risulta tuttavia inferiore alle attese.

Rispetto agli stessi tre mesi dell'anno scorso la perdita è pari a 52% a quota 309 milioni - ben oltre i 97 milioni del consensus Reuters - dopo svalutazioni supplementari per 1,7 miliardi, mentre l'utile lordo operativo mostra una flessiome di 1,1% a 1,61 miliardi.

I risultati superano le aspettive dgli analisti grazie principalmente alla performance del settore banca di investimento, che chiude i tre mesi al 30 giugno scorso con una perdita netta limitata a 12 milioni.

Gli accantonamenti a copertura delle svalutazioni legate a sofferenze mostrano un marcato rialzo a 1,075 miliardi, anche in questo caso però inferiore alle stime.

In un'intervista all'emittente radio 'Bfm' l'amministratore delegato Frederic Oudea parla di un mese di luglio positivo per il settore banca d'investimento e ribadisce che l'indipendenza dell'istituto di cerdito non è in discussione.