May 4, 2009 / 4:59 PM / 8 years ago

PUNTO 2-Auto, aprile -7,5% per problemi consegne, quota Fiat 35%

4 IN. DI LETTURA

(aggiunge commenti, contesto)

MILANO, 4 maggio (Reuters) - Le immatricolazioni di auto di aprile in Italia tornano al segno negativo, con un -7,53%, dopo il +0,24% di marzo, primo rialzo da dicembre 2007, a causa di difficoltà sul fronte dell'offerta, legata a un balzo della domanda di auto ecologiche, dicono le associazioni di categoria.

Secondo i dati del ministero dei Trasporti, le immatricolazioni si attestano a quota 188.406.

Aprile 2009 ha lo stesso numero di giornate lavorative rispetto al 2008, ma le vacanze pasquali possono aver pesato in modo negativo sui dati.

Il gruppo Fiat FIA.MI segna un calo del 3% a 66.260 veicoli. La sua quota di mercato sale al 35,17% dal 32,62% di marzo 2009 e dal 33,54% di aprile 2008.

Se si considerasse anche Opel, che potrebbe essere acquisita da Fiat, la quota sarebbe del 41,2% circa, secondo i dati di aprile.

Il marchio Fiat raggiunge ad aprile una quota del 27,4% (+1,1%). La quota del brand Lancia in aprile è passata al 4,8 dal 4,4% del 2008%. Alfa Romeo ottiene ad aprile il 3% del mercato (+0,2% rispetto ad aprile 2008). Il modello più venduto è quello della Fiat Punto.

Sui dati delle immatricolazioni di aprile si riflette anche "il fatto che una alta percentuale degli ordini in portafoglio si riferisce a vetture la cui domanda è letteralmente esplosa, grazie alla formula incentivante e che, quindi, non possono essere in pronta consegna", dice una nota l'Unrae.

Ad aprile c'è stato un incremento del 338% delle immatricolazioni delle auto a Gpl, del 125% di quelle a metano e il raddoppio delle ibride, con il resto delle vetture a basso impatto ambientale. Nel complesso ad aprile vi sono state 34.340 immatricolazioni di queste vetture, pari a quasi il 20% del mercato totale, spiega Unrae.

Il Centro studi promotor parla di vendite "inferiori alle attese", sempre per problemi di "disponibilità di prodotto".

Fiducia Per Prossimi Mesi

Secondo Unrae, l'andamento degli ordini "dovrebbe avere un effetto positivo sulle immatricolazioni dei prossimi mesi, disponibilità di prodotto permettendo".

"Due elementi fanno ben sperare per l'andamento del mercato nei mesi a venire: la crescita degli ordini anche in aprile, dall'altro il balzo dell'indice di fiducia dei consumatori", dice il presidente Anfia, Eugenio Razelli, in una nota.

Il calo di immatricolazioni di aprile, complici le festività pasquali, è giustificato dall'insufficiente disponibilità di prodotto e conseguente dilatazione dei tempi di consegna. Anche perchè una significativa percentuale degli ordini si concentra su vetture alimentate a metano e gpl, anche grazie agli incentivi statali, aggiunge Razelli.

Ordini Continuano a Salire, Fiat +29%

La raccolta di ordini di aprile ha registrato un incremento del 13% a circa 216.000 prenotazioni, dopo i 276.000 di marzo, in rialzo del 36% su anno. Lo dice una nota elaborata sulla base dello scambio di informazioni tra Anfia e Unrae.

Fiat rivela una dinamica ancora più accentuata con un aumento degli ordini del 29%, dice una fonte del Lingotto.

Nei primi quattro mesi dell'anno, che scontano anche il periodo senza incentivi, l'incremento complessivo è del 5% a 206.000 prenotazioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below