Adr apre confronto con sindacati, piano riguarda 340 dipendenti

mercoledì 4 febbraio 2009 19:28
 

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Alla luce delle difficoltà del settore del trasporto aereo nazionale e internazionale, Aeroporti di Roma intende riproporzionare la propria struttura e ha pertanto aperto un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali su un piano che riguarda complessivamente circa 340 dipendenti.

Lo dice un comunicato della società, controllata da Gemina GEMI.MI.

"La situazione di crisi non appare destinata ad esaurire i suoi effetti nel breve termine e le previsioni per il 2009 indicano un decremento del flusso dei passeggeri nell'ordine del 10% sul 2008", si legge nel comunicato. "Al momento non è possibile formulare migliori previsioni per il 2010 in considerazione del quadro macroeconomico. Il blocco delle tariffe, mediamente inferiori del 50% rispetto a quelle degli altri Paesi europei, che perdura ormai dal 2001 rende ancora più difficile la congiuntura".

In questo contesto la società ha "assoluta necessità di riproporzionare con urgenza la propria struttura, attuando maggiori efficienze con sinergie organizzative e attivando processi di mobilità".

Il piano individuato e proposto riguarda complessivamente circa 340 dipendenti, prosegue il comunicato. "Ad esito delle trattative con le organizzazioni sindacali saranno meglio definiti il quadro delle risorse coinvolte e i conseguenti strumenti di intervento, incluso l'eventuale ricorso agli ammortizzatori sociali". Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA04dd5].