SINTESI-Ad: Telecom non naviga a vista, Fossati: serve strategia

venerdì 4 settembre 2009 18:11
 

(Accorpa storie, aggiunge dettagli)

CERNOBBIO, 4 settembre (Reuters) - Botta e risposta in riva al lago di Como fra l'azionista Marco Fossati e l'Ad di Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione), Franco Bernabè, con colloquio chiarificatore, anche se le distanze restano.

"Telecom non ha mai navigato a vista, abbiamo sempre seguito una strategia precisa che ha dato frutti precisi sui mercati finanziari", ha detto Bernabè, a margine del workshop Ambrosetti, ricordando la sovra-performance del titolo rispetto al settore nell'ultimo anno e i progressi sul fronte dei credit default swap.

Non la pensa allo stesso modo Fossati che, invece, chiede un assetto strategico definitivo a lungo termine e fa capire che sulla quota nell'operatore potrebbe essere avviata una riflessione.

Bernabè ha sottolineato che "è importante la nostra performance sulla struttura del finanziamento: quando sono arrivato, all'inizio del 2008, c'erano forti preoccupazioni per il debito, oggi il mercato del debito ha stabilizzato le proprie aspettative ed è estremamente fiducioso sulle prospettive di Telecom".

La società è riuscita a rifinanziare i suoi fabbisogni da qui a diciotto mesi "senza alcuna difficoltà e con costi del debito in discesa", ha detto ancora.

"Ora probabilmente si presenta una nuova fase e io sono molto ottimista. Se c'è ripresa, come sono convinto che ci sia, siamo pronti a coglierla, vogliamo riprendere a correre e vincere e tornare ad essere leader".

A chi gli ha chiesto se la nuova fase del gruppo possa contemplare acquisizioni, Bernabè oggi ha risposto che Telecom "ha al suo interno la forza per crescere.... Se ci sono acquisizioni che creano valore ovviamente le guarderemo ma non sono tante".   Continua...