PUNTO 2 - Prysmian, utile sem1 -20,9%, conferma redditività 2009

lunedì 3 agosto 2009 19:52
 

(aggiunge commenti da conference call)

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Prysmian (PRY.MI: Quotazione) ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 150 milioni, in calo del 20,9% rispetto a un anno prima.

L'Ebitda rettificato, si legge in un comunicato del gruppo attivo nel settore dei cavi, è sceso del 33,3%, a 193 milioni. In termini di marginalità sui ricavi, l'Ebitda rettificato si è attestato al 10,5% rispetto al 10,9% del primo semestre 2008. Nel solo secondo trimestre, l'Ebitda rettificato è risalito all'11,1% dei ricavi dal 9,8% dei primi tre mesi dell'anno.

Il risultato operativo rettificato è sceso del 37,9%, a 161 milioni, ma in termini di incidenza sui ricavi il calo è stato limitato, all'8,7% dal 9,8% del primo semestre 2008.

I ricavi su base organica sono diminuiti del 18,3%, a 1,848 miliardi di euro. "Il trend di riduzione delle vendite", sottolinea la nota, "ha caratterizzato in particolare i primi mesi dell'anno, stabilizzandosi invece nel secondo trimestre, che ha fatto registrare volumi in leggera crescita rispetto al primo trimestre nella maggior parte del business".

Prysmian parla di "significativo rallentamento dell'economia" che "permarrà per tutto il 2009", ma conferma per l'esercizio un obiettivo di Ebitda rettificato attorno ai 400 milioni di euro, con un margine di oscillazione del 10%.

Il gruppo guidato da Valerio Battista conferma il proseguimento delle trattative con l'olandese Draka, che dovrebbero sfociare in "una fusione per incorporazione trans-frontaliera, nella quale Prysmian assumerebbe il ruolo di società incorporante".

Nel corso della conference call, l'Ad ha ribadito che le due società stanno "ancora negoziando", accennando a difficoltà regolatorie dovute a un'operazione cross-border di queste dimensioni.   Continua...