Fiat, Ferrari vede leggero calo vendite in Usa in 2009 - AD

martedì 3 marzo 2009 13:26
 

GINEVRA, 2 marzo (Reuters) - Ferrari si attende un calo contenuto delle vendite negli Stati Uniti nel 2009 a causa della recessione.

"Vediamo una riduzione contenuta delle vendite quest'anno rispetto ai numeri del 2008", ha detto Amedeo Felisa, AD Ferrari, parlando con i giornalisti nel corso di una conferenza stampa al Salone dell'Auto di Ginevra.

Ferrari, che è controllata da Fiat FIA.MI, ha confermato l'intenzione di investire il 18% dei ricavi in ricerca e sviluppo.

"Quello che stiamo facendo", ha aggiunto Felisa, "per contrastare o difenderci dalla situazione generale, è continuare a investire sui prodotti". Nel 2008, Ferrari ha registrato una crescita dei ricavi del 15,2%, a 1,921 miliardi di euro, grazie alla domanda di modelli come la 430 Scuderia, la 599 Gtb Fiorano e la California, la nuova cabriolet. Ferrari ha chiuso l'anno scorso con un risultato della gestione ordinaria di 339 milioni.

La casa del cavallino rampante ha consegnato 6.527 auto, con un incremento dello 0,6%. In Nord America, Ferrari ha venduto 1.700 macchine.

Felisa ha precisato che il numero di auto prodotte dalla casa di Maranello sarà sempre inferiore rispetto alle richieste del mercato, una scelta dettata dalla volontà di conservare l'aura di esclusività legata al marchio.

"Per noi", ha concluso Felisa, "i volumi non sono mai stati una cosa importante".