Elettronica/Elettrotecnica, giro affari 2008 visto a -2,5% -Anie

mercoledì 3 dicembre 2008 16:06
 

MILANO, 3 dicembre (Reuters) - Per le imprese italiane dell'elettrotecnica e dell'elettronica a fine 2008 si prospetta un calo del giro d'affari complessivo del 2,5% in un contesto caratterizzato da una decelerazione della crescita internazionale e da un clima non favorevole agli investimenti.

Lo dice una nota riportando i dati emersi dall'indagine dell'Osservatorio Congiunturale promosso da Confindustria ANIE (Federazione delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche), Intesa Sanpaolo e Unioncamere, la cui terza edizione è stata presentata oggi a Milano.

"Il contestuale indebolimento della domanda interna e di quella estera offrono poche opportunità di crescita per le imprese nell'ultimo scorcio d'anno", si legge nella nota. "Il 2008 si appresta a interrompere un percorso espansivo del fatturato proseguito con diversa intensità dal 2004. La variazione attesa del giro d'affari complessivo è del -2,5%; -0,5% per l'elettrotecnica e -4,5% per l'elettronica".

In controtendenza i comparti Automazione e Ascensori e Scale mobili.

Nel dettaglio territoriale sono soprattutto le imprese del Nord Ovest a mostrare un evidente peggioramento dei livelli di attività, mentre nell'articolazione per classe dimensionale il deterioramento del quadro congiunturale non risparmia le medie aziende, protagoniste della ripresa del settore nell'ultimo biennio.

L'aggravarsi del contesto congiunturale sta influenzando anche la domanda occupazionale: il 70,2% delle aziende del settore dichiara di non aver effettuato assunzioni nell'anno in corso.