Renault, semestre oltre attese, in arrivo tagli, cautela

giovedì 24 luglio 2008 13:37
 

PARIGI (Reuters) - Il primo semestre della casa automobilistica francese Renault è stato superiore alle attese, con margini saliti al 4,1% (consensus a 4%) dal 3,4% del periodo di confronto. Il risultato netto è 1,46 miliardi di euro su 20,94 mld di fatturato.

Per il 2008 il gruppo ha confermato un margine del 4,5% ma parlando agli analisti l'AD Carlos Ghosn ha preannunciato che se il calo del mercato europeo fosse superiore alle attese attuali (-10% invece del -4% stimato) questa percentuale potrebbe scendere.

Per il 2009 sono anche state ridotte le attese di vendita per gli autoveicoli, di 300.000 unità a 3 milioni. Tra i motivi del decremento atteso, le vendite a rilento in Europa e principalmente in Spagna, Italia e Regno Unito. Anche il target di margini 2009 potrebbe essere a rischio in un mercato difficile.

In questo contesto, la sesta casa automobilistica europea, ha annunciato nuove misure di riduzione dei costi, tra cui il taglio di investimenti e spese di R&S - complessivamente di 450 milioni nel 2009 e 500 nel 2010 - il blocco delle assunzioni e un programma di uscite volontarie in Europa.

Il gruppo si è però rifiutato di confermare l'indiscrezione trapelata da due radio in mattinata, sull'intenzione di tagliare 5000 posti di lavoro in Europa.

Ghosn ha inoltre annunciato l'intenzione di alzare i prezzi delle autovetture del 2-3% per compensare l'aumento del costo delle materie prime, principalmente dell'acciaio.

Renault, che aveva aperto in rialzo di oltre 5%, si è via via indebolita e alle 12,25 italiane cede quasi 5% a 54,98, quasi ai minimi di durante, peggio di uno Stoxx paneuropeo delle auto già di per sè depresso a -4% circa.