Fiat, risultati meglio di attese, impegno su target

mercoledì 23 luglio 2008 18:15
 

MILANO (Reuters) - Fiat ha chiuso il secondo trimestre con risultati migliori delle attese e ha riaffermato l'impegno a raggiungere gli obiettivi di bilancio su 2008 e 2009, spingendo il titolo a un rialzo record del 13%.

Il gruppo ha realizzato un trading profit di 1.131 milioni, record storico per Fiat, da 1.053,9 milioni delle previsioni di un sondaggio Reuters e fatturato a 16.967 milioni, da 16.209,9 milioni delle previsioni.

L'utile netto si attesta a 645 milioni.

I ricavi registrano un aumento dell'11,8% rispetto allo stesso periodo del 2007, il trading profit del 19,6%.

Una nota della società aggiunge che il cash flow industriale netto è stato di circa 1,1 miliardi. Dopo il pagamento di dividendi per 535 milioni e l'acquisto di azioni proprie per 61 milioni, il debito netto si riduce di 600 milioni a 510 milioni.

L'auto ha chiuso il periodo con trading profit a 243 milioni (in rialzo del 25,9% rispetto allo stesso periodo del 2007), da 238,4 milioni delle previsioni, e fatturato a 7.770 milioni (+14,6%) da 7.203,6 milioni.

Fiat ha annunciato che proseguirà nella strategia delle alleanze mirate, "al fine di ottimizzare l'impegno di capitale e ridurre i rischi", dice la nota.

Nel 2008 prevede di sostenere costi per l'inflazione delle materie prime per 950 milioni. Nel primo semestre il gruppo ha interamente coperto i maggiori costi con aumenti dei prezzi.

Nel trimestre sono state vendute 53.000 Cinquecento (target anno 195.000), 65.000 Panda (target 250.000), 93.000 Punto (345.000), 28.000 Bravo (120.000) e sono pervenuti 5.000 ordini per la nuova Delta dal lancio nel mese di giugno.   Continua...

 
<p>Il marchio Fiat. REUTERS PICTURE</p>