June 23, 2008 / 10:53 AM / 9 years ago

PUNTO 2 - Seat ribadisce solidità e rispetto obblighi su debito

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge nota Seat, aggiorna quotazione)

MILANO, 23 giugno (Reuters) - Seat PGIT.MI ribadisce la "propria assoluta solidità finanziaria" e il rispetto di tutte le obbligazioni relative ai vigenti contratti di finanziamento.

Lo dice una nota - confermando quanto riferito in mattinata da fonti della società - che ricorda in particolare il già avvenuto pagamento tra aprile e maggio della rata di finanziamento sul debito senior dovuta a giugno.

Seat conferma inoltre, sulla base delle previsioni di risultati già comunicati al mercato, il rispetto dei parametri dei covenant relativi ai contratti di finanziamento, con particolare riferimento all'ebitda 2008.

Nel week-end Borsa e Finanza ha rilanciato preoccupazioni sul debito del gruppo anche alla luce di un recente report di S&P in seguito alla revisione al ribasso delle stime di ebitda 2008.

In borsa il titolo continua a perdere terreno e, dopo alcune sospensioni al ribasso, intorno alle 14,30 cede il 5,7% a 0,0706 euro. Intensi gli scambi, già il doppio della media di un'intera seduta.

Dopo il calo di oltre l'8% accusato venerdì oggi le azioni Seat hanno toccato un nuovo minimo storico a 0,0657, in un mercato che continua a interrogarsi sull'indebitamento del gruppo e sulle prospettive dei conti.

"In questa fase il mercato enfatizza tutto. (Parlare di) fallimento mi sembra esagerato, anche se è possibile che ci sia un cambiamento di management", dice Alessandro Frigerio, gestore di RMJ a Milano.

Da inizio anno le azioni Seat hanno lasciato sul terreno circa il 75%, portando la capitalizzazione del gruppo a poco più di 600 milioni di euro.

Nel suo report del 20 maggio S&P sottolinea che l'outlook negativo su Seat "riflette l'impatto del deterioramento delle tendenze delle performance operativa lorda di Seat, che impedisce al gruppo di migliorare le misure sul credito".

Il peggioramento delle prospettive di ebitda, sottolinea S&P, riduce il margine di errore rispetto agli impegni (covenants) che la società ha preso sul suo debito.

A fine maggio l'AD di Seat Luca Majocchi ha dichiarato che il secondo trimestre sarà il peggiore del 2008 a causa dell'andamento debole dell'economia e per l'impatto delle elezioni politiche.

Seat ha chiuso il 2007 con un utile netto di 98,4 milioni di euro, in rialzo del 22,8%, e ricavi consolidati a 1.453,6 milioni, in calo dello 0,5%. Al 31 dicembre scorso l'indebitamento finanziario netto era pari a 3,27 miliardi.

In quell'occasione la società ha annunciato di aver adottato una politica finanziaria basata sulla allocazione prioritaria delle risorse finanziarie disponibili al ripagamento del debito e allo sviluppo delle attività Internet in Italia e di aver deciso, pertanto, di non procedere alla distribuzione di dividendi sul 2007.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below