December 1, 2008 / 1:56 PM / 9 years ago

PUNTO 1 - Auto Italia,vendite nov -30%, 2009 debole - Marchionne

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge dichiarazioni Marchionne)

POMIGLIANO D'ARCO, 1 dicembre (Reuters) - Il mercato italiano dell'auto ha registrato un calo delle vendite del 30% su anno a novembre, ma Fiat FIA.MI ha aumentato la sua quota di mercato rispetto al novembre del 2007.

Lo ha detto l'AD Fiat Sergio Marchionne, aggiungendo che il 2009 sarà un anno ancora debole.

"Novembre 2008 su novembre 2007, il mercato è sceso attorno al 30% in Italia", ha detto l'AD Fiat, parlando con i giornalisti a margine di un convegno.

"Abbiamo aumentato la quota rispetto al 2007, quindi siamo in linea con gli obiettivi che avevamo all'inizio dell'anno, ma il mercato veramente non è buono", ha aggiunto.

La quota Fiat era al 32,8% a ottobre di quest'anno e al 30,9% a novembre 2007.

I dati del ministero dei Trasporti relativi all'andamento di novembre saranno resi noti questo pomeriggio alle 18. Quanto ai dati continentali, l'AD Fiat aggiunge "il mercato europeo è in deperimento nei principali paesi. A novembre sarà sceso del 20%".

Marchionne è cauto anche sul prossimo anno.

Il 2009 "non lo vedo bene, è un mercato che continuiamo a vedere molto, molto debole se non ci saranno cambiamenti strutturali nell'economia che cominciano a spronare la domanda", ha spiegato l'AD Fiat. La situazione non si risolleverà "se non c'è qualche intervento, ma non parlo dell'auto e non parlo di rottamazione, parlo proprio di interventi a favore dei consumatori, per aiutare la gente a spendere".

L'AD del gruppo automobilistico ha poi commentato le dichiarazioni del presidente di Ifil IFLI.MI e vicepresidente di Fiat FIA.MI John Elkann, secondo le quali Fiat continuerà ad essere redditizia nel 2009 anche a fronte di un calo del fatturato che potrebbe essere del 20%.

"Abbiamo esaminato scenari anche peggiori", ha detto Marchionne. "Fiat, nonostante la debolezza strutturale dei mercati, riesce ancora a tenere la testa sopra. Guadagnerà quello che guadagnerà e guadagnerà, perchè non perdiamo".

"La cosa importante è capire quanto dura perchè non può continuare così per sempre", ha aggiunto l'AD. "E' una cosa brutta da vedere, bruttissima da gestire. Abbiamo tantissime persone in cassa integrazione e tenerli così mi dà molto fastidio. E' inutile produrre se non si riesce a vendere".

"E' un problema molto forte in Italia, ma sentito anche in Europa", ha concluso Marchionne.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below