PUNTO 1- Gm, perdita per azione ex straordinarie trim2 11,21 dlr

venerdì 1 agosto 2008 13:56
 

(aggiunge dettagli, dichiarazioni direttore finanziario)

DETROIT, 1 agosto (Reuters) - General Motors (GM.N: Quotazione) archivia il secondo trimestre con un rosso pari a 15,5 miliardi di dollari, legato alla caduta del 20% delle vendite in Nord America e al crollo dei prezzi del 'suv' - circa il 60% del fatturato - con oneri straordinari per 9,1 miliardi.

Al netto delle voci straodinarie la perdita per azione del primo gruppo automobilistico Usa corrisponde a 27,33 dollari, rispetto all'utile di 1,56 per azione del secondo trimestre 2007 chiuso con un utile netto di 891 milioni.

Sempre nei tre mesi cala a 38,2 miliardi il fatturato, rispetto ai 46,7 miliardi dello stesso trimestre 2007.

Secondo il direttore finanziario Ray Young, la situazione di cassa alla fine del periodo in osservazione - pari a 21 miliardi - è comunque lievemente migliore delle attese e la liquidità del gruppo resta "in posizione molto solida".

La società, spiega alla stampa, ritiene di poter conservare la propria quota del 21% sul mercato statunitense e intende difendere tale posizione.

Dopo la pubblicazione della trimestrale il titolo ha accusato un ribasso fino a circa 6% nel preborsa Usa.