Barilla, 2007 influenzato da rincaro grano, 2008 partito bene

martedì 1 luglio 2008 15:11
 

MILANO, 1 luglio (Reuters) - Dopo un 2007 che ha registrato un lieve aumento del fatturato e una flessione dell'Ebitda, in uno scenario internazionale caratterizzato dal forte rincaro delle materie prime, Barilla ha iniziato il 2008 in modo positivo, in linea con il budget.

Lo hanno detto i vertici del gruppo alimentare durante una presentazione dei risultati 2007.

L'anno scorso il fatturato di Barilla Holding è salito del 3,4% a 4,24 miliardi di euro, mentre l'Ebitda è sceso a 448 milioni da 480 milioni. Si è trattato di un anno contrassegnato da una forte volatilità e da un deciso aumento delle principali materie prime del gruppo, come il grano duro, ha commentato il presidente Guido Barilla.

"Il 2008 è partito bene, in linea con il budget. Siamo soddisfatti", ha detto Barilla. "Guardiamo a quest'anno con fiducia".

Barilla ha inoltre sottolineato la riduzione dell'indebitamento netto consolidato, che a fine dicembre era pari a 1.267 milioni da 1.455 milioni di fine 2006.

"Al 30 giugno il debito si dovrebbe attestare sotto la soglia di 1 miliardo", ha detto l'AD Robert Singer e l'intenzione del gruppo, hanno aggiunto i vertici, è quella di continuare a ridurlo.

SU KAMPS BAKERIES ANCORA NESSUNA OFFERTA CONGRUA

Sul fronte delle acquisizioni, "in questo momento ci stiamo focalizzando sul consolidamento delle operazioni già fatte", ha detto Singer.

Per quanto riguarda invece la controllata tedesca Kamps Bakeries, che Barilla ha messo in vendita, "abbiamo avuto tante espressioni di interesse, ma sinora non c'è stata ancora una parte disposta a pagare una cifra che noi abbiamo ritenuto congrua", ha affermato l'AD, ricordando anche le difficoltà del mercato del credito che rendono arduo il reperimento di finanziamenti per gli eventuali acquirenti.   Continua...