PUNTO 1 - B.Prossima, masse per 1 mld, punta a 2,5 mld in 2010

venerdì 11 dicembre 2009 18:35
 

(aggiunge da paragrafo 6 dichiarazioni Passera)

MILANO, 11 dicembre (Reuters) - Banca Prossima, banca del gruppo Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) dedita al no profit, ha raggiunto a 500 giorni dalla sua nascita masse amministrate per 1 miliardo e 7.000 clienti.

Per il 2010 l'obiettivo è più che raddoppiare il numero dei clienti arrivando a 15.000 unità, portare le masse amministrate a 2,5 miliardi di euro e raggiungere, a livello di intero gruppo, il 26% del totale del no profit in Italia (oggi al 21%).

Lo ha detto l'AD della banca, Marco Morganti, nel corso della presentazione di 'Fund raising innovation', un programma formulato con le associazioni no profit e la Sda Bocconi per innovare la raccolta di fondi in Italia.

Banca Prossima ha 52 filiali dedicate a cui si aggiungono le 6.000 filiali del gruppo con circa 200 specialisti in tutta Italia.

I finanziamenti concessi a oggi da Banca Prossima sono stati pari a 350 milioni di euro, di cui circa un terzo al Sud. "Si tratta peraltro di finanziamenti sostenibili", ha sottolineato Morganti.

Intesa Sanpaolo, invece, ha oltre 1,5 miliardi di finanziamenti dei confronti di iniziative no profit, ha spiegato l'AD di Intesa Corrado Passera.

"E' un importo molto grande che vorremmo far crescere molto di più", ha aggiunto.